youtube, google, adblock

Dagli USA arriva la notizia di un cambiamento epocale per Google e i propri servizi. Sembra infatti che l’azienda di Mountain View sia intenzionata a contrastare l’utilizzo degli Adblock sulle app appartenenti al gruppo. Il primo servizio che potrebbe adottare la nuova politica sarà YouTube.

Il rischio per gli utenti è veramente elevato secondo quanto si legge nel report. YouTube potrebbe bannare direttamente gli utenti dall’accesso al servizio o addirittura l’intero account Google se dovesse rilevare l’utilizzo di un Adblock sulla piattaforma. La decisione infatti è assolutamente in linea con le politiche commerciali di BigG in quanto l’obiettivo dell’azienda è essere profittevole.

La piattaforma video infatti, propone prima di ogni video delle pubblicità. Spesso questi piccoli spot sono anche all’interno dei video e in genere non superano la durata di una trentina di secondi. YouTube inoltre offre la possibilità di saltarli dopo la visione di almeno 5 secondi, quindi la convivenza con le pubblicità non è troppo impegnativa. Inoltre, esiste anche YouTube Premium, una versione a pagamento del servizio che permette di usufruire, tra le tante cose, anche della visione dei video senza alcuna pubblicità.

Se Google dovesse rilevare degli impedimenti dal punto di vista commerciale, quindi limitazioni alle pubblicità su YouTube, potrebbe interrompere l’accesso al servizio senza preavviso. La minaccia velata di perdere l’intero account è forse anche più spaventosa del solo YouTube.

Al momento la data indicativa è il 10 dicembre, giorno in cui entreranno in vigore i nuovi termini di servizio. Purtroppo non è chiaro quanto Google sarà fiscale sul rispetto di questa nuova norma, ma il nostro consiglio è quello di non rischiare e rimuovere le limitazioni sui servizi Google.