google-pixel-4-line

Dopo i numerosi rumor e le varie anticipazioni, i nuovissimi Pixel 4 e Pixel 4 XL sono finalmente realtà. Tutti i leak trapelati in questi giorni hanno di fatto anticipato le caratteristiche dei top di gamma Google, quindi le sorprese sono ridotte al minimo. Tuttavia gli utenti saranno contenti di sapere che i due device saranno disponibili dal lancio anche in Italia.

A partire dal 24 ottobre sarà possibile acquistare Pixel 4 e 4 XL nelle classiche colorazioni bianco e nero. La versione arancione invece sarà disponibile in edizione limitata. I preordini si apriranno a partire dal prossimo 21 ottobre direttamente su Google Store. I prezzi di lancio partono da 759 euro per Pixel 4 e da Euro 899 per Pixel 4 XL.

Tra le feature introdotte da Google sui Pixel 4, è sicuramente da segnalare il display adattivo da 90 Hz. Grazie alla frequenza di aggiornamento più alta rispetto alla media degli smartphone, le immagini assumeranno una fluidità unica. L’unica differenza tra la versione base e la versione XL sarà la dimensione del display, ma le caratteristiche tecniche restano invariate.

Pixel 4e Pixel 4 XL rivoluzionano l’esperienza Google su smartphone

Il comparto fotografico potrà contare, per la prima volta nella famiglia Pixel, su una doppia fotocamera. Questa scelta permette miglioramenti sostanziali negli scatti con HDR+ o in notturna. Grazie al teleobiettivo sarà possibile effettuare lo zoom senza perdere definizione nello scatto. Inoltre Google assicura la possibilità di effettuare foto alle stelle e addirittura alla Via Lattea in caso di notte limpida.

Grazie alle funzionalità Motion Sense, sarà possibile impartire comandi allo smartphone senza toccarlo. Il device rileverà i movimenti intorno ad esso anche a schermo spento e risponderà di conseguenza. Per fare un semplice esempio, basterà muovere la mano sul telefono per disattivare una sveglia o per passare alla traccia successiva durante la riproduzione musicale.

Si rinnova anche Assistente Google che in Italia riceverà un massiccio aggiornamento nel 2020. Le interazioni tra utente e Assistente diventeranno sempre più veloci e profonde. I nuovi algoritmi vocali permetteranno di ottenere risposte senza dover inviare i comandi al Cloud. Anche su smartphone le performance miglioreranno potendo avere pieno accesso alle app.