4G-falla

Il 4G è diventato ormai lo standard preferito da tutti gli utenti che attraverso il loro smartphone navigano online tra siti e social network vari. Durante gli ultimi tempi, difatti, sono cresciute a dismisura le richieste per abbonamenti sempre più ricchi di giga da consumare proprio attraverso questo standard e gli operatori nazionali, nel caso dell’Italia, sono stati ben propensi ad esaudire le richieste dei loro consumatori creando nuove offerte. Oramai grazie ai giga messi a disposizione da Tim, Wind, 3 italia, Vodafone e Iliad si potrebbe fare a meno anche di una connessione domestica come il WiFi ma sappiamo bene che in Italia più si abbonda e meglio è. in ogni caso ciò di cui ci importa parlare oggi non è la quantità di giga che gli utenti utilizzano ma bensì una problematica più intrinseca che riguarda il 4G in sé per sé.

Grazie ad alcuni studi condotti da due università in collaborazione, infatti, si è potuto scoprire che il 4G soffre di una falla che mette in pericolo chi lo utilizza.

Il 4G è pericoloso in tutto il mondo: scopriamo il perché

Denominato “Alter Attack” il report che illustra le problematiche inerenti a questo standard per le connessioni mobili è molto dettagliato e spiega nei minimi dettagli il perché il 4G sia compromesso. Grazie al lavoro svolto dai ricercatori è stato possibile individuare che la connessione è afflitta da una falla nei suoi protocolli attraverso cui si possono effettuare attacchi sia di tipo attivo che passivo.

Purtroppo visto la natura della stessa il problema non può essere risolto in alcun modo quindi gli utenti sono destinati a conviverci. Dopotutto, però, vi è un lato positivo o si sa che per effettuare un attacco di tale portata è necessaria una strumentazione molto costosa è che non è alla portata di tutti.