Android-Auto

Android Auto è il sistema di intrattenimento più utilizzato dagli automobilisti in possesso di un veicolo di nuova generazione. La possibilità di interagire con il proprio smartphone senza utilizzarlo è infatti stata la chiave del successo di questa celebre applicazione di Google. Dopo anni di onorato servizio il produttore ha deciso di dare una svecchiata, rinnovando l’interfaccia e aggiungendo una serie di funzionalità irrinunciabili.

Le distrazioni alla guida sono ormai solo un lontano ricordo per gli utenti che a breve si troveranno però di fronte ad una terribile realtà. Il codice sorgente del nuovo aggiornamento non lascia dubbi di interpretazione, Android Auto verrà eliminato dallo Store.

Android Auto: ecco le tracce di un addio

E’ innegabile che Android Auto abbia notevolmente migliorato la vita degli automobilisti di tutto il mondo. L’interfaccia minimal e veloce che lo contraddistingue ha ridotto drasticamente le distrazioni al volante, specialmente con l’ultimo aggiornamento. La versione 4.5 ha infatti modificato ulteriormente la UI, rendendola più intuitiva e fruibile. Anche la personalizzazione ha giocato un ruolo fondamentale per renderlo più gradevole alla vista.

Leggi anche:  Android Auto: l'addio dell'app è imminente e deluderà gli utenti

Attualmente quindi lo smartphone viene utilizzato unicamente all’arrivo in macchina, quando dovremo collegarlo. Qualcosa a breve è però destinato a cambiare, vista la recente scoperta di alcuni sviluppatori. Nell’applicazione sarebbero apparsi alcuni riferimenti ad una possibile cancellazione futura.

L’equipe di 9to5Google ha analizzato approfonditamente il codice sorgente, e ha trovato alcuni riferimenti inequivocabili. In particolar modo si legge che: “Android Auto è ora disponibile solo per i display delle auto. Sul tuo smartphone prova invece la modalità di guida offerta dall’Assistente di Google” “La modalità guida di Google Assistant sostituirà Auto per i telefoni dopo %s. Provala subito.”

Come può comprendere chiunque questo è un indizio abbastanza importante per capire il futuro dell’applicazione. Purtroppo però la mossa del colosso di Mountain View renderà scontenti moltissimi utenti affezionati.