asteroide gault

Un asteroide presente nel nostro sistema stellare da milioni di anni si sta pian piano sfaldando sotto i colpi lenti ma inesorabili del vento solare. Parliamo dell’Asteroide 6478 Gault, il quale si trova a 344 milioni di chilometri dal Sole tra Marte e Giove. Fu scoperto per la prima volta nel 1988, ma non aveva destato l’attenzione del mondo astronomico fino a che non ha cominciato a comportarsi come una cometa.

Il corpo roccioso si sta disintegrando dagli strati esterni a causa del calore del Sole, rilasciando nello spazio due code lunghe simili a una cometa con dei colori che hanno virato dal rosso al blu. La prima coda è stata avvistata il 5 gennaio 2019, seguita pochi giorni dopo dalla seconda.

 

Un asteroide si sta autodistruggendo tra Marte e Giove

Ma gli astronomi non hanno potuto assistere alla progressiva metamorfosi dell’asteroide se non attraverso le immagini ad infrarosso del telescopio spaziale Hubble. Grazie al potente occhio della NASA, il materiale che compone le code si è scoperto non viene espulso continuativamente nello spazio, ma pare sia intervallato da emissioni di poche ore fino ad un paio di giorni. Da escludere invece le ipotesi di un impatto con un altro oggetto, in quanto non sono presenti detriti in eccesso attorno all’asteroide.

Leggi anche:  Elon Musk, clamoroso: il patron di Tesla propone testate nucleari su Marte

Gli astronomi pensano che 6478 Gault, essendo largo solo 4 chilometri, abbia subito la lenta azione della luce solare, la quale ha accelerato lentamente la rotazione del corpo celeste fino a quando non ha iniziato a perdere materiale. 6478 Gault potrebbe quindi dissolversi nel nulla in poco tempo, dopo aver ruotato attorno al Sole per milioni e milioni di anni. Infatti, la NASA sostiene che il processo di disintegrazione sia cominciato già al tempo dei dinosauri.