HongMeng OS, il sistema operativo di Huawei, non è stato progettato per gli smartphone. Lo ha comunicato Catherine Chen, membro del Consiglio di Amministrazione e vice presidente senior di Huawei, in un’intervista con la stampa nel corso della quale la Chen ha anche dichiarato che il colosso cinese intende continuare ad utilizzare Android sui suoi dispositivi.

Tutte le previsioni avanzate nelle ultime settimane (e che vedevano HongMeng OS come alternativa al sistema operativo fornito da Google) sono state dunque smentite. HongMens OS non arriverà mai sugli smartphone Huawei, perché semplicemente non è compatibile con questi dispositivi. Piuttosto, il sistema operativo è destinato all’uso industriale ed è stato sviluppato molto prima delle vicende che hanno coinvolto l’azienda cinese e il Governo degli Stati Uniti.

Huawei: HongMeng OS ci sarà, ma non per gli smartphone

Su HongMens OS si era già vociferato abbastanza, alimentando le aspettative degli utenti Huawei: un sistema operativo del 60% più veloce e sicuro rispetto ad Android, compatibile con diversi dispositivi; un OS pensato per connettere più oggetti contemporaneamente e adatto per la guida autonoma.

Leggi anche:  HTC, lo smartphone 5G arriverà nel primo trimestre 2020

Il sistema operativo al quale Huawei starebbe lavorando da circa sette anni, però, a quanto pare non sarà supportato dagli smartphone dell’azienda cinese, poiché questo non è stato realizzato per questa tipologia di dispositivi. HongMengOS, infatti, come dichiarato dalla stessa Catherine Chen sarà destinato al solo uso industriale.

A prova di ciò, la Chen ha anche dichiarato che HongMeng OS contiene una quantità assai inferiore di linee di codice rispetto a quelle che un sistema operativo per smartphone richiede, e che ha una latenza molto bassa rispetto al sistema operativo di uno smartphone. Huawei, dunque, continuerà ad utilizzare Android sui suoi smartphone nonostante Trump abbia imposto il divieto alle società americane di fornire alcune componenti importanti al colosso cinese.