apple

Apple sembra stia sperimentando un nuovo modo per gli utenti di accedere al servizio di iCloud.com con i suoi prossimi sistemi operativi, secondo 9to5Mac. Il sito riporta che gli utenti che hanno installato la versione beta per iOS 13, iPadOS 13 e macOS Catalina possono accedere ai propri account utilizzando l’ID tramite riconoscimento facciale e ID touch sui propri dispositivi.

Gli utenti beta che visiteranno il sito beta.icloud.com sul proprio dispositivo autorizzato a partecipare al programma beta sul proprio desktop vengono accolti con un popup che chiede se l’utente desidera utilizzare uno di questi sistemi. Successivamente si passaerà alla fase di accoppiamento e quindi il servizio continuerà con i dati di login, senza richiedere il fattore di autenticazione. Sembra che sarebbe un passo logico e conveniente per l’azienda, dato che puoi già sbloccare i tuoi dispositivi e fare acquisti con Apple Pay utilizzando entrambi i sistemi.

Problemi che hanno richiesto una soluzione

9to5Mac ipotizza che la funzionalità potrebbe essere parte dell’imminente “piano regolatore” che intende creare un eco-sistema dove tutti i dispositivi dell’azienda possono essere usati come strumenti universali di accesso, che gli utenti saranno in grado di utilizzare come un unico canale di accesso sia per i siti web, proprio come Facebook e Google. Apple ha propagandato con forza argomenti che riguardavano la privacy sul web, posizionando Face e Touch ID come strumenti affidabili, considerando anche il notevole successo che stanno avendo in tutto il mondo. Dato che iCloud è stato oggetto di una grave violazione un paio di anni fa, è facile capire che questo nuovo sistema di sicurezza sia solo una valore aggiunto.