email-truffaLe email-truffa sono ancora molto frequenti ed è molto alta la probabilità di incappare in tentativi di frode online a causa di link o allegati utilizzati dai cyber-criminali per compiere gli inganni. La Polizia Postale al riguardo ha esposto alcuni consigli molto utili al fine di imparare a riconoscere le email truffaldine che è possibile ricevere ed evitare eventuali pericoli.

Polizia Postale: attenzione alle email-truffa; allegati fraudolenti possono danneggiare i dispositivi e sottrarre dati!

Riportiamo il messaggio segnalato dalla Polizia Postale per meglio comprendere le precauzioni che è bene tenere in considerazione.

“OGGETTO: Emissione fattura SS059656
Buongiorno Allegata alla presente email Vi trasmettiamo copia PDF di cortesia della fattura in oggetto. Documento privo di valenza fiscale ai sensi dell’art. 21 Dpr 633/72. L’originale e disponibile all’indirizzo telematico da Lei fornito oppure nella Sua area riservata dell’Agenzia delle Entrate”.”

La comunicazione in questione esorta gli utenti a scaricare una presunta copia PDF della fattura, ovviamente fittizia, a cui fa riferimento. Come le più tipiche email phishing che invitano le vittime a cliccare sugli appositi link che permettono di compiere la truffa, anche qui i malfattori mirano a persuadere gli utenti per procedere con l’inganno grazie all’allegato fraudolento. 

E’ opportuno, quindi, seguire i principali accorgimenti forniti dalla Polizia Postale sul suo sito ufficiale e sulla pagina Facebook, ovvero:

  • Proteggere in maniera opportuna i dispositivi, gli account di posta elettronica e i dati sensibili;
  • Non scaricare per alcun motivo file presenti all’interno di email o comunicazioni di vario tipo se sospette e provenienti da mittenti non realmente identificabili;