huawei-sistema-operativo-smartphone

Mentre tutti i possessori di smartphone Huawei stanno pazientemente cercando di capire cosa sarà del futuro del loro dispositivo e al tempo stesso gli esperti del settore attendono l’alternativa cinese ad Android, si è scoperto che il colosso cinese ha già spedito un milione di dispositivi dotati di tale sistema operativo. La notizia bomba l’ha data un società di sicurezza chiamata Rosenblatt Securities la quale ha indicato che tali dispositivi sono stati preparati come test. Al momento non è chiaro dove sia finite questa mole di smartphone.

Per quanto il numero di dispositivi sembra eccessivo in realtà è la mossa più giusta. Con un così alto numero si può subito individuare le problematiche, i bug o semplicemente gli aspetti che non convincono. I primi rapporti indicano che questo OS risulta essere compatibile con tutte le applicazioni Android e possiede anche funzioni di sicurezza per proteggere i dati personali.

Leggi anche:  Android: domenica con 6 app a pagamento gratis sul Play Store di Google

 

Huawei e il nuovo sistema operativo

L’attuale nome di tale OS è HongMeng, ma sembra ovvio che sarà il nome temporaneo o semplicemente quello per il mercato cinese. Difficile immaginare di tenere questo nome se la compagnia vuole ritornare ad avere un successo globale. Se guardiamo alla traduzione di questo le alternative risultano due ovvero Red Dream e Vast Mist il che non sembrano suonare bene come nomi internazionali. In ogni caso è chiaro che il colosso cinese ha spinto sull’acceleratore questo progetto dopo sette di paziente sviluppo, ma di necessità virtù e in questo caso la necessità e non rimanere tagliata fuori dal mercato.