diesel-batte-elettrico

Ultimamente viene proposto un importante interrogativo per quel che riguarda il mondo delle auto. Al centro delle discussioni di ambientalisti e esperti c’è la notizia che il diesel batte l’elettrico. Questa porta ovviamente i produttori a studiare nuove e migliori soluzioni per una mobilità sostenibile.

Sembrerebbe però che la risposta a questo dilemma non sia così semplice. Alcuni studi avrebbero infatti dimostrato che la soluzione più “eco-friendly” non è quella più scontata. Prima di studiare i dati divulgati da note testate estere, bisogna prima fare una precisazione. Sembrerebbe infatti che le emissioni vadano calcolate alla fonte, ossia tenendo conto anche della produzione del veicolo. Inoltre andrebbe valutata anche la percorrenza chilometrica durante il ciclo di vita dell’auto.

Diesel batte Elettrico: il vecchio carburante stupisce ancora

Per fugare i nostri dubbi dobbiamo rivolgerci all’ Automobil Club Tedesco, esaminando uno dei suoi più importanti studi. L’ente confermerebbe quanto detto poco fa, le emissioni si considerano dalla produzione. Questo ovviamente mette in cattiva luce il motore elettrico, considerando l’impatto che ha la produzione dei pacchi batteria.

Leggi anche:  Il diesel supera l'elettrico: il vecchio carburante inquina di meno

Se invece venisse considerata la situazione opposta, ovviamente il diesel sarebbe svantaggiato. È stato stimato che l’impronta relativa alla produzione delle batterie del motore elettrico rappresenti più della metà del suo impatto ambientale. Questo implica che sia necessaria una percorrenza maggiore di 150.000 km per ammortizzarlo.

Per tutte quelle percorrenze inferiori, il diesel rimane ancora la scelta migliore. Non si può quindi parlare di un vero e proprio vincitore, ma limitarci a studiare l’impatto ambientale legato alle diverse percorrenze. Probabilmente la tecnologia del elettrico non è ancora matura, aspetto che favorisce notevolmente il vecchio carburante.