messaggi phishingI messaggi phishing stanno diventando sempre più frequenti ed è necessario conoscerli e identificarli per poterli evitare. I malfattori utilizzano svariate tecniche per ingannare gli utenti ma il tentativo di frode maggiormente sfruttato, appunto, è il phishing che nel tempo ha assunto varie forme mantenendo intatte le modalità impiegate, infatti, capita sempre più spesso di sentir parlare di smishing o vishing. 

Truffe online: circolano ancora messaggi phishing che mirano ai risparmi degli utenti!

Semplici email, SMS o addirittura telefonate apparentemente importanti possono nascondere degli inganni che è fondamentale saper riconoscere. Sempre più spesso, infatti, capita di ricevere comunicazioni allarmanti o messaggi phishing che attirano l’attenzione proponendo premi, buoni sconto o persino bonifici da riscuotere. I malfattori utilizzano qualsiasi espediente pur di ottenere quanto necessario per arrivare ai risparmi delle loro vittime.

Il phishing, infatti, utilizza false comunicazioni per persuadere gli utenti e convincerli a fornire informazioni sensibili. Il tentativo di frode in questione si diffonde tramite email ma capita di ricevere messaggi fraudolenti anche attraverso SMS, in questo caso, infatti, si parla di smishing. Non sono mancati, di recente, tentativi di frode avvenuti anche tramite telefonate da parte di finti operatori che richiedono di fornire dati personali.

Leggi anche:  Phishing: la truffa che arriva per email è ancora frequente ma si può evitare

E’ facile intuire che non cedendo le informazioni richieste è possibile evitare di subire le truffe in questione ma identificarle a volte può essere complicato. Per riconoscere i messaggi phishing, dunque, basta tenere a mente che nessuna azienda richiede dati, codici o password tramite email, SMS o chiamate. Importante, inoltre, ricordare alcuni accorgimenti e le caratteristiche principali dei messaggi fraudolenti come la costante presenza di file o link che è opportuno ignorare.