IPTV: il trucco per aggirare il divieto imposto agli utenti TIM, Vodafone e Wind

Da quando la pirateria ha preso stabilmente posto nella società odierna, gli utenti sembrano non poterne fare più a meno. Infatti l’IPTV ha acquisito sempre più clientela col passare del tempo e gli ultimi anni avrebbero rappresentato il boom assoluto.

Avere tutti i canali di ogni piattaforma a pagamento in maniera gratuita è ovviamente il sogno di molti, anche se si tratta di qualcosa di illegale. In questo momento sono tante le persone che con un massimo di 10 euro riescono ad avere in casa Sky, Premium, DAZN, Netflix e molto altro ancora. Le aziende che però esercitano legalmente nel mondo della Pay TV hanno aperto una serie di procedimenti che hanno portato ad una decisione che ha scatenato un gran clamore. (Per le migliori offerte Amazon anche sui decoder Android, ecco il nostro canale Telegram, Clicca qui per entrare).

Leggi anche:  IPTV: arriva il divieto per i clienti TIM, Vodafone e Wind

 

IPTV: ora gli utenti sembrano avere la soluzione per evitare il blocco al noto portale

Le disposizioni dettate, o meglio imposte dal tribunale di Milano hanno un po’ sorpreso tutti coloro che credevano che l’Italia ormai fosse zona franca. Infatti i gestori come TIM, Vodafone, Fastweb, Wind e Tiscali non potranno più permettere l’accesso ad un portale.

SI tratta di No Freeze IPTV, soluzione principale sulla quale molte organizzazioni pirata si sono appoggiate negli ultimi tempi. Gli utenti però avrebbero adottato già le giuste contromisure atte ad aggirare l’ostacolo. Ecco infatti la creazione delle reti VPN come soluzione al problema, che però potrebbe, vista la determinazione degli enti, riproporsi a breve.