nuova mail phishingAi cyber-criminali basta una semplice email o un SMS per truffare le sue vittime e svuotare le loro carte o i loro conti correnti. Le truffe più frequenti, infatti, avvengono ormai online e mirano all’inganno psicologico degli utenti tramite tali strumenti che consentono di diffondere comunicazioni false utilizzate come espedienti. Uno dei più frequenti è quello della carta sospesa che, molto spesso, riguarda specificamente le prepagate PostePay ma non solo.

PostePay: i titolari delle carte sono stati nuovamente contattati dai malfattori tramite una nuova mail phishing che promette denaro in cambio dei dati!

E’ proprio questa la giustificazione che accompagna l’ultima richiesta di dati diffusa dai malfattori tramite email. Il messaggio parla proprio di una discreta cifra di denaro in arrivo sul conto ma impossibile da ricevere. La causa? Ancora una volta relativa a problemi riguardanti i dati personali dell’utente.

Le segnalazioni da parte della Polizia Postale così come dallo “Sportello dei Diritti” non sono mancate e tutte esortano a prestare attenzione. Quasi tutti i tentativi di frode che circolano online mirano ad ottenere i dati degli utenti per poter avere accesso al loro conto. Il trucco, quindi, per sfuggire a tali inganni è quello di procedere con molta cautela nella lettura di quanto riportato dal messaggio. Una volta identificato l’intento fraudolento, smascherato appunto dalla richiesta di informazioni, l’email va eliminata.

Leggi anche:  Truffe Unicredit e Sanpaolo: addio ai conti correnti svuotati

Poste Italiane non richiede mai ai suoi clienti di fornire dati personali online. E’ necessario, inoltre, non lasciarsi ingannare dalla grafica apparentemente ufficiale del sito a cui si è invitati ad accedere. Il link fornito dai malfattori è soltanto lo strumento che consentirà loro di inviare la vittima ad una pagina clonata e quindi poter ottenere tutti i dati inseriti.