Secondo gli analisti di Morgan Stanley, Apple tornerà a crescere nei prossimi mesi, puntando soprattutto sui servizi digitali in abbonamento. Inoltre, stando a quanto ipotizzato dagli analisti, Apple potrebbe partire da una posizione di vantaggio, e dunque velocizzare il processo di ripresa, se acquistasse il servizio di streaming video più conosciuto ed utilizzato al mondo: Netflix.

Apple: in crescita grazie ai servizi, si valuta l’acquisto di Netflix

Apple punterà sempre di più sui servizi digitali in abbonamento, favorendo la crescita dell’azienda fino a valere oltre mille miliardi di dollari. E’ stato infatti stimato che la sola offerta multimediale di Apple, ogni anno e fino al 2023, dovrebbe portare ad una crescita del 5% del fatturato, e del% di guadagni ad azione. Un’offerta che, tra l’altro, potrebbe essere ampliata con un servizio di news ad abbonamento che dovrebbe chiamarsi Apple News Magazines, e consentirà agli utenti di leggere tutte le riviste e giornali presenti nel catalogo in cambio di una quota mensile; e quello che è stato definito essere il “Netflix dei videogiochi“, di cui, in realtà, si sa ancora ben poco, e per cui non se ne conoscono ancora quelle che saranno le modalità di funzionamento.

Leggi anche:  Netflix avrebbe conservato tutte le nostre scelte in Bandersnatch

Da qualche mese, poi, si vocifera anche circa la progettazione ed il conseguente lancio di un servizio di streaming video firmato Apple, il cui catalogo ospiterà sia titoli gratuiti che a pagamento. Ed è proprio per tale motivo che, gli analisti di Morgan Stanley sostengono che sarebbe molto più conveniente per Apple se questa acquistasse un’azienda già attiva ed affermata nel settore, anziché progettare un servizio tutto nuovo. Secondo gli analisti, infatti, Apple dovrebbe acquistare Netflix, il servizio di streaming video più conosciuto ed utilizzato al mondo la cui capitalizzazione, al momento, è di circa 148 miliardi. Con una liquidità pari a circa duecentocinquanta miliardi di dollari, Apple potrebbe effettivamente acquistare Netflix, e portare a termine l’affare con meno di centonovanta miliardi.

Si precisa che si tratta solamente di un’ipotesi: Apple potrebbe acquistare tale servizio di streaming video, ma non è detto che lo farà, anche perché Netflix non si lascerebbe acquistare così facilmente. Intanto, Apple sembra star uscendo dal suo periodo peggiore, registrando un miglioramento delle vendite di iPhone.