SMSTelegram, Whatsapp e tutte le altre app social e IM non hanno limiti alla comunicazione integrata. Lo stesso non si può certo dire per gli SMS. Nonostante questo continuano ad esprimere il loro potenziale in appena 160 caratteri. Sono nati oltre 20 anni fa ma sono duri a morire. Le ragioni del loro successo sono da ricercare nell’ultimo rapporto Commify che evidenzia la prepotenza di un sistema che non ha intenzione di eclissarsi a favore delle nuove piattaforme digitali.

 

SMS vs Whatsapp e Telegram: i vantaggi di un sistema semplice

Semplicità è l’aggettivo giusto per riuscire a descrivere gli short messages. Testo in 160 caratteri e nulla più. Non serve altro per riuscire ad inviare una comunicazione perentoria. Smile, sticker, GIF e note vocali sono comode ma l’immediatezza dei semplici messaggini in testo semplice è imbattibile.

Una soluzione che ben si applica al contesto commerciale e di lavoro dove non si può correre il rischio di perdere una comunicazione importante per spunte blu e blocchi alla rete Internet. Gli SMS funzionano sempre e comunque grazie al supporto della vecchia rete GSM che garantisce il 100% della copertura mondiale. Dobbiamo inviare un messaggio urgente e non vogliamo rischiare che offerte scadute e blocchi dei server rendano impossibile l’invio? Scegliamo i semplici messaggi da inviare con la relativa app per dispositivi mobile.

Leggi anche:  Whatsapp o SMS: le novità sull'app che invia messaggi senza connessione

Non serve rinnovare l’offerta 4G per riuscire ad inviare un messaggio. Cosa che ha portato gli sviluppatori a concepire nuove piattaforme rivoluzionarie e gratuite per l’invio di messaggi gratis senza connessione.

Oltre questo c’è la possibilità di mandare SMS anonimi con qualsiasi operatore attuale su rete Vodafone, TIM e Wind Tre. Questo tipo di messaggi si applicano bene agli ambienti aziendali e tornano utili nel momento in cui non possiamo o non vogliamo rivelare la nostra vera identità. Con Whatsapp e Telegram tutto ciò non è possibile. Con i semplici messaggi brevi non abbiamo alcuna dipendenza da offerte e società di terze parti. I messaggi arrivano, sempre e comunque in ogni luogo. Tu li usi grazie alla tua offerta Ilaid, TIM, Vodafone, Wind Tre o MVNO? Se non li hai li puoi sempre aggiungere ad un costo mensile ragionevole che nella maggior parte dei casi non supera la soglia di 1€. Dicci la tua.