postepay

Il 2019 è iniziato con quello è un grande regalo per tutti i clienti Postepay. Dal 18 dicembre dello scorso anno i possessori di una carta prepagata potranno far fronte ad un altro servizio esclusivo. La compagnia di Poste ha sposato la tecnologia di Google Pay, la funzione per i pagamenti contactless presente negli smartphone Android di ultima generazione.

 

Postepay, tutti i cambiamenti previsti nel 2019 con Google Pay

I vantaggi dell’integrazione con Google Pay sono molteplici. Chi è in possesso di una Postepay ora potrà fare shopping in tutta comodità sia nei negozi fisici sia nei martketplace online senza il diretto utilizzo della carta di credito. La transazione avviene con il proprio smartphone attraverso un classico POS abilitato. Il sistema manda in pensione l’uso del PIN ed abbrevia sensibilmente tempi di attesa per l’operazione.

Leggi anche:  Postepay: aggiornamento e novità ma le truffe incombono su tutti

Google Pay, oltre a Postepay, ha fatto accordi con altri istituti bancari tra cui anche Mediolanum ed Unicredit. Il legame con Postepay, però, è quello che aprirà la porta ad un bacino di utenza più ampio

Le condizioni dell’uso sono semplici. Chi possiede una Postepay Evolution (quella con codice IBAN) potrà utilizzare Google Pay. Chi usa  la carta standard (la caratteristica con colorazione gialla e senza IBAN) non ha ancora accesso a tale tool.

Va ricordato infine che, nonostante L’apertura di Poste Italiane, Postepay è tutt’ora compatibile solo Google Pay. Non possiamo dare ancora notizia di un accordo con Apple Pay. I possessori di iPhone sono costretti ad attendere la conclusione di una nuova strategica partnership.