Il mondo della tecnologia, continua a fare passi da giganti e ad avere una trasformazione sempre più rilevante; da qualche giorno è iniziato il 2019, un anno che porterà numerose novità: rete 5G e le prime tariffe, DVBT2 per le nostre amate tv e Sky Mobile, il nuovo gestore telefonico.

Sky Mobile: un nuovo gestore telefonico virtuale

Oggi giorno, il consumatore ha un’ampia scelta di gestori telefonici e di piani tariffari per il proprio smartphone; oggi, non esistono solo i gestori Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia ma fra le scelte, troviamo anche quelli virtuali come Kena Mobile, Ho Mobile, Fastweb Mobile e tanti altri. Fra qualche mese, sarà possibile attivare una scheda telefonica appartenente al nuovo gestore telefonico: Sky Mobile; farà parte dei gestori telefonici virtuali e lancerà sul mercato pacchetti All Inclusive molto convenienti, compresi di:

  • Una tariffa per lo smartphone;
  • Una promozione per la linea fissa di casa;
  • Un abbonamento pay tv, per possedere un maggior numero di canali e in qualità HD.

La rete 5G

Una delle tante altre novità è il 5G. E’ la rete di quinta generazione, successiva al 4G e permetterà al consumatore di navigare con un’alta banda larga; una connessione che permette 50 megabyte al secondo, dove sarà possibile scaricare film con la durata di più di due ore, in pochi minuti. I gestori telefonici Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia non si sono ancora espressi in materia di future tariffe e costi ma, il sito web sostariffe ha ipotizzato che i costi non saranno minori di 40,00 Euro; la causa dei costi troppo alti sono gli investimenti effettuati di un importanza non del tutto irrilevante.

Leggi anche:  5G: le offerte di Tim, Wind, Vodafone e 3 Italia superano i 20 euro

Il DVBT2: un nuovo standard per le nostre tv

Il DVBT2 sarà un nuovo standard del digitale terrestre che, permetterà nuovi canali e in qualità HD; purtroppo non tutte le televisioni sono adatte per il nuovo e potente standard, perlomeno non tutte quelle attualmente sul mercato; prima di acquistare un televisore è importante notare se è dotato di codec HEVC, così da essere pronti all’arrivo del nuovo standard DVBT2.