carte PostePayUtilizzano mail, SMS e chiamate per svuotare le carte PostePay di numerosi utenti ma questo mese nuove tecniche potrebbero essere diffuse dai malfattori in occasione del periodo natalizio. Le occasioni durante le quali si intensificano gli acquisti online, inducono i criminali a divulgare quanti più tentativi di frode possibili così da riuscire a raggirare le loro vittime. Nella maggior parte dei casi sono i clienti di Poste Italiane ad essere minacciati dalle truffe ma, anche i titolari di conti correnti BNL e Unicredit hanno ricevuto diverse volte tentativi di frode online. Tutti, quindi, devono saper evitare gli inganni che circolano sul web e prestare quanta più attenzione possibile.

Truffe online: i tentativi di frode potrebbero aumentare, occhio a falsi annunci, alle email, gli SMS e le chiamate sospette!

Primo accorgimento sufficiente al fine di ostacolare le intenzioni dei malfattori è il seguente:

  • nessuna azienda o istituto bancario richiede informazioni sensibili ai suoi clienti. Né dati che possono consentire l’accesso al conto online.

Tutte le comunicazioni che presentano tale richiesta sono assolutamente da ignorare, che si tratti di email, SMS, chiamate o annunci online non fa la differenza. I malfattori richiedono sempre alle potenziali vittime di fornire i codici che permettono di accedere al conto online e utilizzano espedienti diversi per nascondere l’inganno.

Leggi anche:  PostePay: attenzione alle nuove truffe

Agli utenti, dunque, sarà sufficiente tutelare i loro dati e non affidarsi a comunicazioni sospette per evitare di cadere in trappola. Poste Italiane offre ai suoi clienti una sicurezza straordinaria soltanto fornendo direttamente i dati ai criminali, questa, può essere intaccata.