huawei

Dopo anni di fronte a sospetti da parte delle autorità statunitensi, Huawei è ora sotto processo per frode. Oggi, si è tenuta un’audizione su cauzione per il chief financial officer di Huawei, che è stato arrestato in Canada sabato su richiesta delle forze dell’ordine statunitensi. Il direttore finanziario, Meng Wanzhou, sta affrontando l’estradizione negli Stati Uniti dopo essere stata accusata di aver cospirato per frodare le istituzioni bancarie, secondo The Star Vancouver.

Molti si sono messi in fila per vedere oggi l’udienza su cauzione di Meng,  la figlia del fondatore e CEO di Huawei Ren Zhengfei, un ex ingegnere dell’Esercito popolare di liberazione, il cui collegamento con il Partito comunista cinese ha contribuito ai sospetti delle agenzie di intelligence statunitensi. Meng è anche vicepresidente del consiglio di amministrazione di Huawei.

Gli Stati Uniti hanno un mandato di arresto per Meng che è stato emesso da un tribunale di New York il 22 agosto. Ha 60 giorni dal momento dell’arresto di Meng di sabato per fornire ai tribunali canadesi prove e intenti.
Il responsabile finanziario di Huawei Technologies, Meng Wanzhou, partecipa allla richiesta di cauzione dopo l’arresto a Vancouver.

 

Come si sono svolti i fatti

Meng è stata arrestata a Vancouver durante un trasferimento in aereo, da dove volava da Hong Kong al Messico. Il procuratore canadese John Gibb-Carsley ha osservato che Meng viaggiava spesso negli Stati Uniti e ha un figlio che frequentava la scuola a Boston ma non ha fatto viaggi da marzo 2017. Secondo gli investigatori Meng ha evitato di viaggiare negli Stati Uniti dopo gli inizi delle indagini da aprte del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. Tuttavia, alcuni dirigenti di Huawei hanno continuato a visitare il paese.

Leggi anche:  Honor 11 e V20 arriveranno l'anno prossimo, parola del presidente

Meng ha fatto parte del consiglio di amministrazione di una società con sede a Hong Kong chiamata Skycom, che avrebbe fatto affari con l’Iran tra il 2009 e il 2014. Le banche statunitensi stanno lavorando con Huawei in questo momento, e sono riusciti a dimostrare che Meng ha effettivamente frodato.

A quanto pare, Skycom aveva connessioni con Huawei sull’audizione per la cauzione di oggi, Gibb-Carsley ha sostenuto che Skycom era una banca sussidiaria non ufficiale di Huawei,che utilizzava lo stesso logo aziendale. “Huawei è SkyCom“, ha detto, “Questo è il punto cruciale della presunta frode.”