Nel corso degli ultimi due anni, il trend che è andato di più nel mondo degli smartphone è stato sicuramente il notch. Questo notch (o tacca) ha creato non pochi problemi alle varie aziende, che hanno tentato in tutti i modi di proporre sul mercato delle versioni più o meno accettabili. Ma a quanto pare questo trend ha i mesi contati. L’innovazione del futuro saranno, infatti, i così detti “buchi nel display”, grazie ai quali sarà possibile inserire all’interno del display la fotocamera anteriore ed i vari sensori. Ma ad essere inserito in questi buchi non saranno solo questi sensori. Stando ad un brevetto pubblicato da poco, infatti, pare che l’azienda cinese Huawei stia progettando un nuovo smartphone con un buco nel display. Questo, però, sarà adibito alla capsula auricolare.

 

La capsula auricolare verrà inserita nel display: ma è veramente necessario?

Huawei ha dunque in cantiere un nuovo smartphone che seguirà la scia già cominciata da alcune aziende che hanno in serbo lo stesso progetto: proporre dei device con dei fori nel display. I brevetti visti finora, però, hanno sempre mostrato dei fori adibiti ad ospitare principalmente la fotocamera anteriore dei dispositivi e alcuni sensori. Non si era mai visto un foro nel display che fosse adibito per la capsula auricolare. Ci ha pensato, come già detto, la ormai nota azienda Huawei. Il brevetto è stato infatti pubblicato qualche giorno fa nel database USPTO.

Leggi anche:  LG e la sua nuova idea di fotocamera frontale all'interno del display

Come è possibile notare dalle immagini provenienti dal brevetto, si può vedere chiaramente come sul display sia presente questo “foro” (che qui sembra proprio una linea) in cui verrà riposta la capsula auricolare. Una soluzione, questa, sicuramente bizzarra per risolvere la questione dell’eliminazione delle cornici. Già qualche anno fa Xiaomi cercò di risolvere la questione sul suo device borderless per eccellenza, il Mi Mix. Quest’ultimo, infatti, non aveva la capsula auricolare ma sfruttava una tecnologia basata sull’effetto piezoelettrico per propagare il suono.

Insomma, è chiaro che al momento Huawei sta sperimentando diverse soluzioni innovative da proporre sul mercato nei prossimi mesi, anche se questa non sembra convincerci del tutto.