whatsapp-pubblicità

WhatsApp è stata fondata quasi 10 anni fa. E durante i suoi 10 anni di esistenza, non ha mai nemmeno preso in considerazione l’introduzione della pubblicità all’interno dell’applicazione. Sì, per un certo periodo gli utenti di Android dovevano pagare una tariffa modesta per utilizzare WhatsApp, ma mai pubblicità.

Tuttavia, dopo che Facebook ha fatto un investimento di circa 17 miliardi di euro nel 2014, è diventato chiaro che la società Mark Zuckerberg avrebbe dovuto implementare le misure di monetizzazione prima o poi. A quattro anni dal suo acquisto, sembra che WhatsApp non sarà in grado di sopportare ancora per molto gli attacchi di Facebook. Soprattutto dopo che entrambi i suoi fondatori hanno “abbandonato la barca”.

Ora, Chris Daniels, attuale vicepresidente di WhatsApp, ha confermato che il servizio di messaggistica inizierà effettivamente ad introdurre la pubblicità. Daniels ha spiegato qualcosa su questa implementazione, rivelando che gli spot saranno integrati nella sezione status.

Leggi anche:  WhatsApp: numerosi account chiusi improvvisamente, il motivo è davvero clamoroso

 

Facebook, quindi, introdurrà gli annunci su WhatsApp?

Sebbene non sia stato chiarito il momento in cui tali annunci verranno implementati, è previsto che arriveranno entro l’inizio del 2019. Daniels ha confermato che questa sarà la principale fonte di entrate per la piattaforma, lasciando così la possibilità che vengano implementate altre forme di pubblicità.

Facebook possiede una delle più grandi piattaforme pubblicitarie del mondo. Come ci si aspetterebbe, la base di questa implementazione di messaggistica sarà esattamente la stessa piattaforma.

Tuttavia, non ci sono ancora informazioni concrete su come questi annunci verranno implementati e su come potrebbero influenzare gli utenti. Infine, dovrebbe essere sicuro che nulla influirà sul sistema di crittografia della piattaforma. Soprattutto considerando che questo è il più grande vantaggio dell’app rispetto alla concorrenza.