nuove truffe onlineNuove truffe online tentano di sottrarre ai titolari di carte prepagate PostePay e PostePay Evolution dati personali e denaro. Sono tentativi di frode denominati, con l’ormai molto noto termine, “phishing”. Un termine che indica l’azione compiuta dai malfattori, ovvero, quella di “pescare” i dati degli utenti in modo illecito per ottenerne vantaggi e, quindi, denaro.

Cos’è il phishing e come ottiene dati e denaro degli utenti!

Il phishing è per definizione quel tentativo di frode che, tramite false comunicazioni, inganna gli utenti al fine di ottenere i loro dati e il loro denaro. Per questo motivo si diffonde tramite email, SMS, Social o WhatsApp, tentando quindi di colpire più utenti possibili.

I malfattori creano falsi messaggi e siti clone che permettono di trafugare i dati, questi ultimi verranno lì inseriti dalle stesse vittime. Il phishing punta infatti sul tono intimidatorio delle sue comunicazioni che preoccupa e convince gli utenti a fornire i loro dati tramite l’inganno. Si tratta infatti di messaggi che, spacciandosi per Poste Italiane, informano l’utente di aver subito una sospensione del suo conto e che l’unico rimedio consiste nell’aggiornamento delle sue credenziali.

Leggi anche:  Applicazioni per incontri: attenti alle truffe, i consigli della Polizia

Chiunque potrebbe preoccuparsi alla notizia di aver perso tutti i propri risparmi, quindi, i criminali continuano a diffondere tale inganno.

Ciò che conta è la possibilità di bloccare truffe online di questo tipo senza alcun particolare provvedimento. Ai clienti dell’azienda basterà seguire quanto indicato da Poste Italiane e non lasciarsi ingannare. L’azienda ha più volte ribadito di non essere solita inviare comunicazioni di questo tipo online né di richiedere tramite tali modalità dati ai suoi clienti.