Comunicazione di ServizioUna nuova email sta circolando tra gli utenti, si tratta di una “Comunicazione di Servizio” che maschera l’ennesimo tentativo di frode. Precisiamo che Poste Italiane non ha nulla a che vedere con tale email, ideata dai soliti malfattori che diffondo tentativi di phishing. In questo caso la richiesta dei cyber-criminali è quella di fornire anche un documento di identità per aggiornare i propri dati.

PostePay: nuovo tentativo di frode invita gli utenti a fornire dati e documenti!

E’ l’ennesima email phishing quella di cui stiamo parlando, anche questa volta i malfattori hanno deciso di nascondersi dietro il nome di Poste Italiane. I cyber-criminali sembra proprio si siano impegnati di più nel formulare l’email a proposito di presunti provvedimenti riguardanti una normativa antiriciclaggio.

Gli utenti sono invitati a fornire i loro dati anagrafici e la copia di un documento di identità valido. Al fine di “facilitare” l’aggiornamento di quanto richiesto, inoltre, i clienti sono invitati a cliccare sul link evidenziato in blu che è possibile notare nella foto qui riportata. Una caratteristica, questa, tipica delle email phishing. Un altro elemento, inoltre, ci permette di comprendere l’inaffidabilità della comunicazione ed è il tono intimidatorio con il quale il cliente è invitato a rispettare i tempi imposti.

Leggi anche:  WhatsApp: ritorna la truffa della ricarica gratis, clienti Tim e Vodafone truffati

Poste Italiane non è solita inviare ai suoi clienti email o SMS richiedendo il rinnovo dei dati. Cliccando sul link presente all’interno dell’email l’utente viene spedito su una pagina tale e quale a quella di Poste Italiane ma si tratta di un sito clone. E’ necessario, quindi, non utilizzarlo per accedere al proprio conto e non inserire nessuna credenziale.