IPTV contro Sky, Mediaset Premium e gli altri: i costi a confronto e i pericoli nascosti

Non esistono ad oggi abbonamenti gratuiti che permettano in un certo qual modo di avere le piattaforme migliori in circolazione. Esiste però un modo che ovviamente, come tanti non sanno, è illegale che si chiama IPTV.

In questo modo gli utenti riescono ad aggirare i costi talvolta molto alti di aziende come Sky, Premium, DAZN o magari anche Netflix. Queste sono infatti le piattaforme che l’IPTV include nei suoi abbonamenti ogni mese e con costi davvero bassi. E’ chiaro allo stesso tempo che le persone sono sempre più attratte da questo nuovo modo di avere in casa la Pay TV, ma esistono anche grossi rischi a cui si va incontro.

 

IPTV: gli utenti rincorrono sempre di più il nuovo fenomeno ma ci sono dei rischi

Abbiamo visto più testimonianze di persone che ad oggi utilizzando l’IPTV riescono a risparmiare in totale grandi cifre ogni mese. Infatti si parla di centinaia di euro per tutti gli abbonamenti insieme che vengono risparmiati usando questo metodo alternativo. 

Leggi anche:  IPTV: SKY, Mediaset Premium, Netflix e Dazn a 10 euro ma si rischia il carcere

Infatti ci teniamo a precisare che avendo tutti gli abbonamenti alle piattaforme sopra descritte, gli utenti dovrebbero pagare mensilmente circa 400 euro. L’IPTV invece costa circa 40 volte in meno e questo secondo le testimonianze che abbiamo raccolto.

Infatti il costo medio di un abbonamento del genere è di circa 10 euro al mese con tutto incluso e in alta qualità. Tutti però devono stare attenti dato che i rischi sono davvero grossi. Alcuni utenti implicati anche nel traffico di codici hanno ricevuto multe anche da 2.500 euro.