WhatsApp: 4 funzioni nascoste importantissime dell'app che gli utenti dimenticano

Lo scorso anno tutti si sono catapultati nell’anticipare la presenza della funzione Picture-in-Picture su WhatsApp. Il tool che molti desideravano già da tempo è stato reso disponibile per i suoi utenti Android, in particolar modo con quello che sino allo scorso anno era la versione più recente del sistema operativo: Oreo.

 

WhatsApp, arrivano le prime versioni beta con il Picture-in-Picture

Dopo tanti mesi di distanza dagli annunci, l’attesa sta per concludersi. Dopo l’anticipazione di WABetaInfo, sono state da poco pubblicate le prime versioni versione Beta. WhatsApp per Android si predispone quindi per  il Picture-in-Picture.

Quello che non cambiano sono le caratteristiche di questa funzione. Come anticipato, gli utenti potranno visualizzare fotografie e video in miniatura (in un piccolo schermo in basso a destra) con la possibilità di svolgere altre azioni sul display. Il sistema ricorda molto da vicino quello delle finestre su computer.

Con le prime pubblicazione delle versioni Beta la domanda fatidica ora è un’altra. Tutti si chiedono, infatti, quando la feature sarà disponibile per tutti i dispositivi con Android Oreo.

Leggi anche:  Whatsapp, Facebook e Telegram: conversazioni delle donne spiate dagli uomini

Le tempistiche per un roll out generale dello strumento non sono state garantite. Se ci si attiene ad una visione ottimistica, sarà possibile beneficiare del PiP entro la fine di quest’anno.