aggiornamento WhatsappWhatsapp Messenger è senz’altro l’applicazione di messaggistica istantanea più popolare al mondo. Lo prova il fatto che oltre un miliardo e mezzo di utenti interagisce attivamente ogni giorno scambiando file, Stati, documenti e messaggi in privato ed all’interno dei gruppi.

Ma obiettivamente c’è ancora molto da fare per rendere quest’app il prodotto perfetto, sia dal punto di vista delle funzionalità che della sicurezza.

 

Whatsapp: un’app quasi perfetta

L’applicazione ufficiale di Whatsapp viene utilizzata ogni giorno per l’interscambio di contenuti all’interno di chat private e gruppi di discussione. Tutti ne parlano, tutti la utilizzano per studio, lavoro o semplice divertimento.

Siamo portati a scoprire sempre nuove funzioni, ma anche nuovi trucchi che (diciamocelo) sarebbero superflui in luogo di aggiornamenti ad hoc. Spesso è consuetudine mettere a confronto Whatsapp e Telegram allo scopo di carpire pregi e difetti dell’una e dell’altra piattaforma. Ma perché Telegram dovrebbe essere meglio dell’app concorrente? E perché vale anche il contrario?

Per quanto riguarda l’app di proprietà Zuckerberg si pone in evidenza un sistema che garantisce ampi margini di interattività. Rispetto a Telegram abbiamo le videochiamate gratis (anche di gruppo) ed un sistema che consente di scoprire se il nostro contatto ha ricevuto, letto o visualizzato il messaggio (le famose spunte). La piattaforma di Pavel Durov non offre questo livello di funzioni. Ma ci sono anche aspetti negativi di Whatsapp che tutti noi conosciamo bene.

Leggi anche:  WhatsApp: truffa ai danni degli utenti TIM, Vodafone e Wind Tre, credito sparito

 

Whatsapp: ecco i suoi punti deboli

Tra i punti deboli di Whatsapp c’è senza dubbio la mancanza di una funzione che consenta di proteggere la chat con impronta o codice PIN. Cosa che è invece fattibile su Telegram, dove è anche concessa anche l’opportunità di creare chat segrete e nascoste con messaggi che si autodistruggono dopo un certo periodo di tempo da noi definito. Moltissimi utenti della concorrenza vorrebbero poter contare su funzioni simili, ma lo sviluppatore sembra reticente nel concederle.

C’è anche da dire che Telegram pecca di leggerezza per quanto concerne l’aspetto sicurezza, per il quale non garantisce ancora un livello di crittografia end-to-end come sul rivale.

Ad ogni modo, gli utilizzatori Whatsapp lamentano anche la mancanza di una funzione che consente di estendere il numero limite di partecipanti ad un gruppo. Nessun Super Gruppo(su Telegram si possono avere fino a 75.000 utenti). Lo stesso vale per i chatbot, utili per risolvere problemi comuni e richieste.

Qual’è per te la più grande mancanza cui sta andando in contro Whatsapp in questo periodo? Dicci la tua.