Spotify

Spotify è quel tipo di servizio di cui non si può fare a meno: la musica accompagna le giornate di chiunque e molte volte è meglio impostare una bella playlist piuttosto che ascoltare i soliloqui degli speakers in radio.

Sebbene questo servizio sia usufruibile in modalità free, esso, soprattutto su smartphone, presenta delle sostanziali limitazioni. È anche vero, però, che acquistare un abbonamento Premium è molto costoso poiché ha un prezzo mensile di 9,99 euro (120 euro l’anno). Per essere più specifici, la modalità free consente di:

  • ascoltare i brani ma con delle interruzioni pubblicitarie;
  • avere una qualità di streaming limitata a 160 kbps;
  • poter skippare un massimo di sei canzoni all’ora.

Sembra logico che se messa a confronto con la modalità Premium, questa risulti essere molto scarna. La versione a pagamento (che ha un costo mensile di 9,99 euro) offre, invece:

  • ascoltare brano senza interruzioni pubblicitarie;
  • ascoltare tutti i brani presenti nel catalogo di Spotify;
  • la possibilità di scaricare la musica per un ascolto offline;
  • utilizzare il proprio smartphone come un telecomando se Spotify è avviato su un altoparlante o Smart TV.
Leggi anche:  Spotify addio condivisione: arriva la richiesta d'indirizzo e GPS

Spotify: come averlo a 2,50€ al mese

Nella vita occorre astuzia e questa mossa strategica si rivela vitale grazie a Spotify Family. L’abbonamento Family costa 14,99 euro al mese e consente di attivare 6 account che beneficiano della versione Premium. Grazie alla condivisione, si possono ottenere tutti i pregi a pochi euro, in quanto 15/6= 2,50€. Se prima molti amici non erano propensi ad effettuar un upgrade, con questo “trucco” gli invoglierete subito e senza doverli supplicare!