Amazon

La piattaforma di e-commerce Amazon è conosciuta in tutto il mondo per i tantissimi prodotti offerti. Oltre ai prodotti offre anche tantissimi servizi come Prime. Tutti gli abbonati al servizio Prime hanno a disposizione anche un catalogo di film e serie TV da guardare su Prime Video.

A proposito di Prime Video, la piattaforma ha rilasciato da pochi giorni il nuovo trailer della serie TV con protagonista Julia Roberts, da non perdere. Oggi però vogliamo parlarvi del nuovo accordo stretto con Confartigianato.

 

Amazon stringe un accordo con Confartigianato

Confartigianato ha stretto un accordo con l’azienda Amazon con lo scopo del rilancio del settore. Tre anni fa l’azienda di Jeff bezos ha inaugurato il suo primo negozio Made in Italy, iniziando dai prodotti delle pmi toscane. Oggi il progetto si è ampliato e la sezione ospita i produttori di Calabria, Campania, Bergano, Vicenza, Sicilia, Piemonte, Toscana e Firenze. In questo momento sta raccogliendo anche le manifestazioni d’interesse per la nuova sezione dell’Emilia-Romagna.

Il Responsabile Area Categorie e Mercato di Confartigianato di Cesena, Eugenio Battistini ha dichiarato: “Confartigianato ha dunque stretto un accordo al fine di rilasciare un settore dalle potenzialità illimitate, per storia e tradizioni, ma anche alle prese con limiti dimensionali che la rete può abbattere. Questa è un’occasione di sviluppo commerciale importante per le piccole imprese del Made in Italy, che grazie ad Amazon, possono accedere ad una piattaforma capace di servire 19.5 milioni di clienti ogni giorno in tutto il mondo“.

Leggi anche:  La nuova camera di sorveglianza HD Bagotte disponibile in offerta a soli 25,69 euro

Ha concluso dicendo: “Grazie alla convenzione con Confartigianato, i primi sei mesi di iscrizione alla piattaforma del Made in Italy, saranno gratuiti e le imprese pagheranno una sola commissione sulle vendite. Il vero investimento per le imprese deve essere quello relativo alla creazione del catalogo con foto e descrizioni dei prodotti adeguati“. Le aziende devono avere dei requisiti per poter entrare nel progetto, ovvero prodotti 100% del territorio italiano, 20 dipendenti al massimo e per i primi 6 mesi il costo dell’iscrizione è gratis.