Huawei-logo-2018

Stando alle ultime notizie provenienti dalla Cina, Huawei potrebbe creare una famiglia numerosa per il Mate 20. Infatti il terminale non arriverà nelle solite due varianti base e Pro, denominati in codice Hima e Laya, ma in totale si avranno ben sette versioni differenti. Una variante è stata rivelata dall’esperto Roland Quandt, e potrebbe essere il Mate 20 Porsche Design caratterizzato dal nome in codice Everest.

La conferma di questa notizia arriva dai documenti in mano agli esperti della TENAA, l’ente che si occupa di certificare tutti i device in arrivo sul mercato Cinese. Dei sette modelli totali attesi, due dovrebbero essere relativi al Mate 20 e caratterizzati dai codici HMA-AL00 e HMA-TL00. Altri tre modelli con i codici LYA-AL00, LYA-AL00P e LYA-TL00, è possibile associarli al Mate 20 Pro. Gli ultimi due modelli invece, EVR-AL00 e EVR-.TL00, sono relativi al Mate 20 Porsche Design.

Leggi anche:  Huawei sta lavorando al primo smartphone con supporto 5G, ma non è ciò che pensiamo

Al momento non si conoscono le differenze, considerando anche che non è emersa alcuna scheda tecnica ufficiale. Tuttavia possiamo ipotizzare che la serie Mate 20 sarà caratterizzata dall’utilizzo del System on a Chip kirin 980, il primo chipset realizzato a 7nm. Il sensore di impronte digitali potrebbe essere integrato nel display, una novità assoluta per i device Huawei.

Il display del modello base dovrebbe essere un LCD da 6.3 pollici con risoluzione FullHD+. Il Mate 20 Pro invece potrebbe essere dotato di un display AMOLED da 6.9 pollici e risoluzione QHD+. Per entrambi non mancherà il supporto al riconoscimento facciale e la EMUI 9.0 abbinata ad Android 9,0 Pie. La presentazione ufficiale è attesa per il 16 ottobre.