samsung galaxy note 9 spot apple
Samsung Galaxy Note 9 è un dispositivo speciale perché, al di là della S Pen e di tante altre caratteristiche, ha a disposizione 128 GB di memoria interna sul modello base. Tuttavia, chiunque abbia utilizzato dispositivi elettronici sa probabilmente che la reale capacità di archiviazione di un disco è sempre un po’ inferiore alla capacità nominale.

Sorge spontaneo, dunque, domandarsi quale sia la capacità realmente utilizzabile offerta da Galaxy Note 9. A questa domanda hanno risposto i colleghi di SamMobile che hanno specificato come per la versione da 128 GB di Samsung Galaxy Note 9 sono circa 110 i giga disponibili per l’utente.

 

Samsung Galaxy Note 9, qual è la memoria realmente utilizzabile dall’utente?

Le applicazioni preinstallate sullo smartphone occupano circa 1 GB, insieme a pochi megabyte di dati che riguardano immagini e file audio caricati da Samsung. Oltre a questi ci sono circa 16.8 GB che sono scalati dai 128 GB e assegnati al sistema operativo. Questa parte è inaccessibile dall’utente a meno che non si esegua il root del dispositivo.

Leggi anche:  Galaxy F, le due dimensioni dello schermo pieghevole di Samsung

A conti fatti si hanno circa 109/110 GB di spazio di archiviazione utilizzabile dall’utente. Uno spazio comunque degno di nota, soprattutto se si considera che Samsung Galaxy Note 9 offre anche la possibilità di inserire delle MicroSD per espandere ulteriormente la memoria interna.

Non siamo sicuri, invece, di quanto sia lo spazio realmente utilizzabile sul modello da 512 GB ma anche se si tolgono 50 GB, si avranno fino a 400 GB disponibili per uso personale. E anche in questo caso, grazie allo slot per le MicroSD, si punta ad avere quasi 1 TB di spazio di archiviazione se si hanno abbastanza soldi per acquistare una scheda da 512 GB.