smartphone pieghevole SamsungIl primo smartphone pieghevole Samsung verrà concesso al mercato di distribuzione di massa già all’inizio del 2019, identificandosi con nome in codice Winner. Si parla della possibilità di stringere tra le mani una componente Hi-Tech dall’alto valore tecnologico, munita di ampio display da 7 pollici di diagonale senza bordi e nuove dotazioni inedite di sensori.

 

Smartphone pieghevole Samsung: le ultime novità

La febbre dei Foldable Phone impazza anticipando un imminente futuro in cui tali soluzioni diverranno d’uso comune, in sostituzione delle attuali proposte di mercato Flat nelle loro varie accezioni. A fomentare questo cambiamento, ed un importante passo in avanti nell’era della moderna tecnologia, troviamo Samsung Electronics ed il suo smartphone pieghevole intravisto in questi giorni in nuove immagini.

Secondo il Wall Street Journal si potrebbe parlare di un “device vincente” realizzato secondo uno schema costruttivo a “V” in linea con quello concesso da ZTE per il suo Axon M, ovvero con due schermi affiancati disposti su pannelli OLED ripiegabili a portafoglio. Display da ben 7 pollici cui si contrappone un’ulteriore soluzione di visualizzazione orizzontale disposta sul lato esterno. L’altro lato, invece, ospita la fotocamera.

Risulta abbastanza chiaro che un dispositivo del genere richiede un importante lavoro di ottimizzazione ed una componente in grado di garantire solidità e resistenza all’usura sul lungo periodo. Motivo per cui si parlerà di un telefono tutt’altro che economico, per il quale si richiederanno quanto meno 1.500 dollari per l’acquisto.Brevetto Samsung Galaxy XInizialmente, quindi, si tratterà di uno smartphone di nicchia da rilasciarsi in numero limitato per i pochi fortunati utenti che potranno permetterselo, in attesa di valutare un mercato che promette ampie adesioni. Obiettivo finale, quindi, differenziare il portafoglio delle offerte con una terza serie di top di gamma, da affiancarsi a Galaxy S e Galaxy Note. Potenzialmente si parla di un Galaxy X, ma non si sono ancora avute conferme al riguardo.

Leggi anche:  Samsung Galaxy Note 9 ufficiale: incredibili performance ad un prezzo da non perdere

Nel nuovo brevetto si descrive  il funzionamento dello smartphone. Un sensoresul retro misura stato, durata, angolo e velocità della piegatura. Un tocco sulla cover posteriore attiva la metà superiore dello schermo in fase di inclinazione della cover posteriore. Se il dito viene mantenuto più a lungo si attiva anche la metà inferiore dello schermo, mentre in assenza di pressione lo smartphone spegne il display andando in standby.

Le due metà possono essere sfruttate in maniera separata, ad esempio per mostrare informazioni di stato (metà superiore) o la tastiera virtuale (metà inferiore). Ne sapremo di più in vista del prossimo CES 2019 di Las Vegas in programma per inizio gennaio 2019.