Avere un sistema con VR può permettere di mappare e interagire con un intero edificio. Sembra qualcosa di un po’ impossibile, ma è esattamente ciò che HTC sta attualmente testando, con SteamVR di Valve come back-end.

HTC ha mostrato una configurazione del tutto nuova per un HTC Vive disponibile per gli utenti. Un utente di Twitter con il nome di Alan Yates è riuscito a far funzionare la funzione con quattro tracker alla volta. I test eseguiti da Yates hanno indicato che la funzione può bloccare solo fino a quattro sensori per sessione. Il team è effettivamente intervenuto su quel thread di Twitter per dire che i test di HTC sembrano andare meglio con un sensore in ogni stanza. Ciò significa che molti utenti saranno in grado di mappare la maggior parte della loro casa tramite VR con questo strumento.

SteamVR sarà il protagonista di una modalità innovativa a più sensori che sarà presto progettata da HTC

Per ora, ogni stazione di base collegata a un sensore o una serie di sensori deve trovarsi sul proprio canale e la sovrapposizione può causare strani effetti. Apparentemente, HTC sta lavorando su un metodo che consentirebbe alle sessioni dei sensori di intersecarsi sullo stesso canale, portando a una scansione complessiva più accurata. Questa funzione fa parte della nuova versione beta di SteamVR 2.0, il che significa che devi registrarti agli aggiornamenti beta test per provarlo.

Leggi anche:  HTC Exodus, lo smartphone blockchain ha una data: la presentazione il 22 ottobre

SteamVR è quindi il primo dei prodotti simili dell’azienda a supportare le nuove funzionalità. Per il momento, sembra che non ci siano caratteristiche equivalenti in altri ecosistemi di realtà virtuale, come con Oculus Rift. La modalità multipla con VR ha una vasta gamma di possibili applicazioni, con cose come le stanze di fuga e giochi di realtà virtuale in multiplayer che saltano subito alla mente. Valve è specializzata nei software, quindi con SteamVR è il primo backend VR a supportare questa nuova funzione, è molto probabile che Valve sia anche il primo a lanciare app e giochi che ne approfittano.