Oculus Go, il visore senza fili di Facebook

Oculus Go è il tanto discusso visore senza fili del social network Facebook, il cui lancio è stato posticipato a causa dello scandalo Cambridge Analytica. Ora possiamo finalmente presentarvelo.

Il dispositivo è in grado di rappresentare una rivoluzione nel settore, soprattutto per tutti gli appassionati. Il prezzo a cui è proposto è molto conveniente, si parla infatti di 219 euro per la versione da 32 GB e di 269 per quella da 64 GB.

 

Oculus Go, il sensore senza fili di Facebook

Il punto di forza del dispositivo è che non necessita di uno smartphone top di gamma come nel caso del Gear VR o di Google Daydream. Non serve nemmeno un computer, come nel caso di Oculus Rift, HTC Vive e PlayStation VR. Il dispositivo è molto leggero, pesa solamente 500 grammi e il controller touch con tre pulsanti e un grilletto, integra un proprio sistema audio.

Leggi anche:  Facebook sta lavorando agli occhiali per la realtà aumentata

Oculus Go può essere indossato anche dagli utenti che portano gli occhiali, grazie al distanziale compreso all’interno della confezione. Potrete scegliere tra un migliaio di applicazioni, giochi ed esperienze VR. Il visore monta un processore Snapdragon 821 Mobile VR e un display da 5.5 pollici con risoluzione 2560×1440 pixel. Il pannello integra 11 milioni di subpixel e due lenti di nuova generazione più alcuni sensori come accelerometro, giroscopio e anche microfono.

La batteria integrata offre un’ora e mezza di autonomia con i giochi, mentre per le applicazioni qualcosina in più. L’unico tallone d’Achille riguarda il tempo di carica, ben 2 ore e mezza per avere una carica del 100%. Bisogna anche dire che non è vietato utilizzare il sensore anche mentre si sta caricando, anche se onestamente ci saremmo aspettati un’autonomia più lunga.