Samsung Good Lock

Ai tempi di Android Marshmallow, Samsung ha rilasciato una potente applicazione che permetteva ai possessori dei Galaxy di personalizzazione l’interfaccia utente del proprio dispositivo. Stiamo parlando di Good Lock. L’applicazione è stata un successo tra gli appassionati Android perché funzionava bene, offriva tante modifiche e gratis.

LEGGI ANCHE: Galaxy Note 9, la presentazione a tutti i costi il 9 agosto: ecco perché così presto

Gli sviluppatori si sono dimostrati sempre molto attenti ai feedback degli utenti, aggiornando ad ogni richiesta Good Lock e potenziando sempre di più l’applicazione che era arrivata a fornire un mix veramente molto appetibile di servizi. Purtroppo, l’applicazione è improvvisamente scomparsa dopo il rilascio dell’aggiornamento ad Android Nougat.

Ci sono state più volte promesse da Samsung che Good Lock sarebbe tornata ma dopo Android Nougat è stato rilasciato Android Oreo e nulla si è più saputo. Almeno fino ad oggi, quando un leaker cinese Ice Universe ha pubblicato su Twitter lo screenshot dell’applicazione Good Lock 2018.

Proprio così, si tratta della versione aggiornata a quest’anno e a giudicare dalle immagini ha anche un bell’aspetto. Proprio come l’app originale, anche la nuova versione sembra offrire numerose opzioni di personalizzazione, anche profonda, per modificare molte se non tutte le parti dell’interfaccia utente di Samsung.

 

Leggi anche:  Samsung: un nuovo aspetto e nuove funzionalità per il nuovo headset Odyssey +

Good Lock, l’applicazione di Samsung torna ma solo in Corea per il momento

Apparentemente l’applicazione è disponibile solo in Corea del Sud, ma siamo convinti che nel giro di pochissimo tempo possa estendersi ad altri Paesi. Inoltre, poiché stiamo parlando di un’applicazione per Android e non per iOS, dovrebbe essere possibile installare l’applicazione anche al di fuori della Corea semplicemente grazie al file APK.

Allo stato attuale in rete non è disponibile l’installer, ma quando ci sarà pubblicheremo un nuovo articolo spiegandovi come installarla. In realtà la procedura è molto semplice perché l’unica cosa da fare è attivare l’opzione per l’installazione da sorgenti sconosciute.