Il declino della nota casa Taiwanese, HTC prosegue senza fine. Le entrate totali della società per il mese di maggio dovrebbero avvicinarsi agli 82,46 milioni di dollari, in calo del 46% annuo.
Durante i primi cinque mesi del 2018, il produttore è riuscito a generare poco più di 448 milioni. Parliamo di circa 350 milioni in meno rispetto allo scorso anno. La caduta di maggio è paragonabile a quella di aprile, con le vendite di HTC in calo del 55% fatto registrare il mese scorso.
Mentre la società sta promettendo nuovi investimenti in tecnologie emergenti come la realtà aumentata, il 5G, le soluzioni blockchain e l’Internet of Things, gli analisti restano scettici sulle sue prospettive generali, in particolare quelle nel segmento dei dispositivi mobilie HTC deve ancora stabilire se prendere in considerazione l’ipotesi di uscire dal mercato degli smartphone.
Nel frattempo, ha deciso di ridimensionare il proprio portafoglio annuale di smartphone. L’U12 Plus, recentemente rilasciato, potrebbe essere l’unico prodotto di fascia alta ad essere lanciato dall’azienda quest’anno.
HTC U12+
Il 2017 è stato il peggiore anno fiscale nella storia di HTC, con la società che ha perso circa 580 milioni nel periodo indicato. Questo risultato ha causato il passaggio di 2.000 ingegneri in Google in cambio di 1,1 miliardi.

HTC continua a non guadagnare nel settore mobile e annuncia nuove importanti perdite

L’accordo ha anche fornito alla consociata di Alphabet i diritti di licenza non esclusivi per i brevetti di HTC. Dopo l’uscita di U12 Plus e Vive Pro, HTC non dovrebbe fare altri importanti annunci prima del 2019 e probabilmente concentrerà il proprio budget di marketing per promuovere le offerte esistenti.
Nonostante la razionalizzazione del suo portafoglio mobile, HTC sembra sia interessata a proseguire nel mercato mobile. La sua presidentessa, Cher Wang ha recentemente parlato delle sue ambizioni legate al lancio di dispositivi innovativi legati al 5G. Vedremo come evolverà la situazione.