Google Pixel 3 XL

Google Pixel 3 XL si è mostrato nelle prime immagini dal vivo che confermano il notch sullo schermo. Lo smartphone sfoggia chiaramente un ampio display perfettamente integrato all’interno della scocca e quindi con cornici laterali estremamente sottili. Nella parte superiore del pannello c’è una tacca, che sembra ospitare due fotocamere frontali.

LEGGI ANCHE: Android P, tutte le novità dal palco del Google I/O 2018 in arrivo sui nostri smartphone

Non conosciamo il perché di due fotocamere frontali anche se immaginiamo che una possa essere utilizzata unicamente per acquisire autoscatti e la seconda per uno scanner del volto avanzato. Potrebbe trattarsi, infatti, di un sensore ad infrarossi. Scontata, invece, la presenza all’interno del notch di una capsula auricolare.

 

Google Pixel 3 XL, il frontale è tutto nuovo ma dietro è come il modello attuale

Questa, insieme ad uno speaker presente nella parte inferiore dello schermo, funzionerebbe da altoparlante stereo. Osservando il retro non notiamo sostanziali differenze con il design del modello attuale che è tutto in alluminio tranne che per una sezione in vetro. Poco prima di questa trova posto il lettore di impronte digitali.

Non c’è una doppia fotocamera posteriore ma un’unica fotocamera con un singolo sensore. Nonostante questo siamo sicuri che consentirà un’ottima qualità nell’acquisizione di immagini e video. Scontata la presenza del tipico logo “G” di Google a indicare che si tratta di uno smartphone per i puristi del mondo Android.

Il prototipo protagonista degli scatti rivela anche la presenza di 4 GB di RAM abbinati a 128 GB di memoria interna. Componenti quasi sicuramente a supporto dello Snapdragon 845 con processore Octa Core e GPU Adreno 630. Lo smartphone, nome in codice crosshatch, dovrebbe essere presentato tra qualche mese insieme a Pixel 3.