brevetto display iPhone AppleApple ha seriamente intenzione di concepire un iPhone estremo, la cui caratteristica peculiare verte sulla possibilità di implementare un nuovo tipo di display, tecnologicamente molto distante dalla logica iPhone X e, quindi, decisamente più evoluto ed a portata d’utente.

Si descrive un nuovo brevetto concesso all’azienda di Cupertino per mano della autorità di valutazioni statunitensi, dalle cui pagine di documentazione emerge un brevetto davvero unico nel suo genere.

 

Apple: brevetto per un display iPhone avvolgente

Avevamo affrontato l’argomento display iPhone giunto in questi giorni, ma a poche ore di distanza spunta in rete un nuovo disegno di brevetto che rischia di mischiare nuovamente le carte in tavola a favore di sistemi mai visti finora, e comunque al passo con una tecnologia che punta anche espressamente sul design e le modalità estese di interazione.

Le immagini mostrano un display a 360 gradi, la cui struttura base è realizzata con un materiale trasparente da ricondurre potenzialmente a vetro. Lo schermo, un OLED Screen in versione flessibile, viene inserito al suo interno, come se fosse incastonato nella pietra.

Questi aderisce perfettamente alle pareti, mentre le restanti componenti disposti nella scheda madre lasciano spazio a due soli parti removibili, che si fanno corrispondere a quelle superiori ed inferiori.

Un design inconsueto per una società che, ottimizzazioni hardware e software a parte, si è posta in modo diametralmente opposto ai rivali come Samsung, sempre alla ricerca di un certo feeling stilistico d’avanguardia.

Grazie a questo nuovo concept si potrebbe pensare di utilizzare tasti funzione completamente virtuali, da affiancare ai soli pulsanti fisici per il controllo del volume ed un potenziale tasto di accensione e spegnimento.

Un brevetto datato 2016 e potenzialmente pronto a superare l’attuale design delle soluzioni Apple, messo in secondo piano da dispositivi antagonisti di indubbia bellezza. Si tratta, comunque, di un’idea di brevetto ancora da concordare ed approvare.

Non vi è, quindi, la pretesa di una sua futura applicabilità in ambito consumer, considerando anche il fatto che restano da arginare ostacoli specifici per le implementazioni del comparto multimedia per fotocamere e speaker audio. Staremo a vedere come finirà. Nel frattempo eccovi la gallery estrapolata dalla documentazione ufficiale.

Eletto lo smartphone Apple migliore di sempre: Recensione iPhone 7