Recensione di Panasonic Lumix LX-100, una compatta con funzioni da reflex!

Lumix LX100
eccola in tutta la sua potenza. Vi sembra un prodotto datato?

Oggi non vogliamo offrirvi la recensione di qualche prodotto fresco di uscita, vi parleremo invece di Panasonic Lumix LX100. Una macchina fotografica compatta dalle grandi qualità, già in commercio da diversi anni, il cui prezzo sta diventando molto interessante. Come succede spesso, gli oggetti più vecchi cadono nel dimenticatoio e si rincorre sempre l’ultima uscita. Una consuetudine che va a vantaggio di quegli appassionati di fotografia che avrebbero sempre voluto una Lumix LX100 ma che, al tempo, non potevano permettersela. Ora il prezzo di riferimento è di circa 500 euro, vale la pena acquistarla? Beh, scopritelo con noi nella recensione che segue.

Descrizione del prodotto

Lumix LX100

Corpo compatto e facile da maneggiare, ricca di strumenti da professionisti dal facile utilizzo. Se vogliamo trovare subito un neo, non è stata particolarmente felice la scelta di mettere la levetta dell’accensione in un posto non così raggiungibile. Per il resto, abbiamo in mano uno strumento del 2014 che ha ancora un buon potenziale, nonostante il passare del tempo. Le dimensioni sono: 115 x 66mm e profonda 55mm, per quasi 400 grammi di peso che, in proporzione al volume, si fa un po’ sentire. Sul fondo del prodotto troviamo il vano per l’alloggiamento della batteria da 1.025 mAh e per la scheda SD di memoria. Non sono presenti ingressi di alcun tipo per l’audio, che si affida al doppio speaker stereo frontale. Dallo sportellino laterale, invece, si può solo uscire con la porta per i video in formato AV e la micro HDMI.

Descrizione delle sue caratteristiche

Al suo interno c’è un potente sensore micro 4:3, non male per una camera di queste dimensioni, mentre la cosa più interessante in assoluto è la sua ottica frontale. Un prodotto Leica, sinonimo di qualità, con un’ottima apertura focale variabile da f/1,7 a f/2,8. La lunghezza focale da 10,9mm a 34 mm è altresì commisurata all’utilizzo adatto a tutte le situazioni.

Di certo questa è una macchina che punta agli appassionati più di fotografia che di video, benché sia in grado di registrare filmati fino alla risoluzione 4K a 30fps. Non avendo, però, né touchscreen né un display che ruota in alcun modo, LX100 non sembra fatta per fare video. D’altro canto sul top della fotocamera ci sono una miriade di regolazioni manuali, oltre a ben tre tasti personalizzabili (ma solo via software collegato al pc).

Una cosa che ci è piaciuta è la possibilità d’inserire un flash a slitta in alto. In questo modo LX100 diventa una camera destinata anche a un pubblico di esperti fotografi, che poco se ne faranno di un semplice flash pop-up.

Uso quotidiano di Lumix LX100

La caratteristica top di questa macchina è il controllo manuale totale che abbiamo di Lumix LX100. Le opzioni analogiche disponibili la rendono così ricca di configurazioni, perfetta anche per un pubblico che sa come muoversi con dispositivi del genere. Chi ama la fotografia spesso rimane affezionato a un marchio per non dover imparare di nuovo le impostazioni di un altro brand. Ma questa Lumix LX100 vi farà venire voglia di cambiare. Tutto è più semplice in questa macchina, poiché le impostazioni sono subito intuitive e appiattiscono la curva di apprendimento del mezzo quasi a zero. Modalità e tempi di scatto, gestione del diaframma: tutto è a portata di mano.

 

Potremo divertirci molto a scattare foto Lumix LX100, perché è in grado di catturare immagini con un range piuttosto interessante. Il sensore da 12,8 megapixel ha una sensibilità ISO variabile da un valore 100 a ben 25.600. Purtroppo, però, sopra i 3.200 ISO la camera fatica un po’ e negli scatti appare una marcata grana digitale. Possiamo scattare le nostre foto in formato JPEG, oppure RAW per processarle in post produzione, con la possibilità di effettuare fino a 11 scatti per secondo. Veramente niente male per questa “vecchietta”.  

Conclusioni

Quando si cambia marca di fotocamera spesso ci si chiede se dovremo impazzire per imparare bene tutte le funzioni di quella nuova. Invece, Panasonic Lumix LX100 è una macchina che vi renderà tutto semplice, potendo contare su menu e gestione delle ottiche molto intuitive. LX100 strizza l’occhio alle macchine reflex analogiche, ma non attira certo sguardi indiscreti. Ha un design forse banale però nasconde un potenziale molto alto. Un sensore micro 4:3, degli scatti in formato RAW veramente ottimi e un’ottica grande e luminosa, fanno di questa macchina un piccolo gioiello! L’unica cosa che tradisce la sua età è la sensibilità ISO che, se innalzata troppo non viene accompagnata da una tenuta digitale adatta. Le fotocamere più recenti, ma solo in ambito ISO, possono superarla.

Panasonic Lumix DMC LX-100

500 euro circa
Panasonic Lumix DMC LX-100
8.5

Materiali, dimensioni e peso

8.0 /10

Design

8.0 /10

Menu e funzioni

9.0 /10

Ottica

9.0 /10

Prezzo

8.5 /10

Pro

  • Corpo compatto
  • Funzioni quasi da reflex
  • Ottica e sensore micro 4:3 da top!
  • Gestione menu e impostazioni intuitivo
  • Design minimale che non guasta in viaggio

Contro

  • Tecnologia ISO un po' datata
  • Display che non tilta né ruota
  • Tasto on/off un po' scomodo