sky-netflixChe il futuro della tv fosse lo streaming era già chiaro da anni e, stando ai dati delle varie piattaforme streaming presenti sul territorio nazionale, da RaiPlay, NowTV, AmazonPrimeVideo, ChiliTv, Netflix ecc sarà ancora per molti anni il futuro della Tv.

Tutto a portata di App, programmi, film e serie Tv che iniziano quando vuoi tu, con la possibilità di mettere in pausa, ricominciare l’episodio da capo e qualt’altro; per non parlare poi dei servizi ondemand. E proprio la novità sul tanto caro amato streaming sembra stia arrivando proprio dai due più grandi colossal: Netflix e Sky.

Nessuno si sarebbe aspettato un possibile accordo tra i due principali competitor, ma sappiamo che Sky, prima col servizio SkyOnline, diventato poi NowTv e oggi con Sky-Q sta sempre più puntanto sulle reti internet cercando di abbandonale la parabola, che da sempre è al centro degli abbonamenti Sky; infatti, si pensa, secondo le notizie diffuse dalla BBC che Sky-Q al momento prevede l’ultizzo del satellite, ma che presto potrebbe esserci la possibilità di scelta tra fibra e satellite.

C’è comunque da precisare che le due compagni, Sky e Netflix, rimarranno distinte, ma si starebbero accordando per lanciare una campagna di abbonamenti con cui gli abbonati di Sky-Q possono vedere anche Netflix e viceversa.

Sky e Netflix, un accordo davvero incredibile

Sicuramente per Netflix questo sta a significare che potrà avere accesso a tutta una serie di utenti di Sky, abbonati molto più esigenti per quanto riguarda i contenuti, in diretta ed in OnDemand.

Leggi anche:  Netflix, vi mostriamo il trucco legale per avere tutte le serie tv a costo zero

E per Sky, quale sarebbe il guadagno? Semplice, la quantità maggiore di contenuti detenuti ed offerti da Netflix. Quindi pensate…hai Sky-Q? hai tutto ciò che ti occorre: contenuti Sky, Netflix e si parla anche dell’introduzione di Spotify. Ovviamente il tutto pagando un certo abbonamento mensile.

  • Hai Netflix? Non puoi accedere ai contenuti di Sky.
  • Hai Sky-Q? allora potrai avere anche Netflix.

Possiamo quindi definire che sarebbe un ottimo accordo per i dirigenti di Sky che si assicurerebbero, con questa opzione, un aumento dei loro abbonamenti.

Ma la convenienza c’è?

Assolutamente si! Infatti per gli abbonati Sky o per i futuri abbonati Sky-Q sarà possibile, anziché avere due servizi separati, distinti con due costi completamente diversi, avere la possibilità di pagare due servizi (forse tre, se si avrà l’aggiunta di Spotify, già presente sul box di NowTv) al costo di uno. Una vera e propria bomba questo accordo, una grande intuizione che arriva dai due più grandi colossi di contenuti.

In Italia, non abbiamo ancora informazioni su quando vesto accordo avverrà e soprattutto sul costo dell’abbonamento. Non ci resta che attendere l’evolversi delle cose e chissà, tra qualche anno potremmo dire addio alla parabola sul balcone e avere due servizi al costo di una utilizzando la velocità della fibra, che nell’ultimo periodo sta raggiungendo tutti i comuni della nostra penisola.