Sky ha già reso da tempo disponibile la possibilità di accedere a molti dei suoi contenuti senza dover necessariamente ricorrere all’installazione di un’apposita parabola, trasportando sul web la sua attenzione, ma non tutte le sue offerte sono ancora disponibili tramite semplice connessione a internet. Adesso, secondo le anticipazioni della BBC e come riportato da Sky stessa, l’azienda sembra pronta a trasportare il suo intero pacchetto di offerte sul web, a partire dall’Italia.

Sky online potrebbe guadagnare molto più appealing agli occhi di coloro che non hanno la possibilità o la disponibilità economica per installare una parabola, grazie ad una scelta da parte di Sky che va incontro al sempre più popoloso e sviluppato mercato dei programmi in streaming su Internet, scelta che sembra rivolta anche ai più giovani.

È possibile che la scelta di Sky sia dovuta non solo all’avanzamento degli ultimi anni nel campo delle connessioni internet per le case, diventate molto più veloci con l’arrivo della fibra ottica, ma si può pensare che questa maggiore apertura verso la rete sia un tentativo di prendere nuovi clienti e riprendere coloro che in passato hanno disdetto l’offerta, soprattutto dopo la perdita di alcune migliaia di clienti in seguito al passaggio alla fatturazione a 4 settimane. Ulteriori motivazioni potrebbero celarsi dietro la presenza sempre più massiccia di altre piattaforme di intrattenimento sul web, come i colossi americani Amazon e Netflix.

Leggi anche:  Sky strapazza la concorrenza con nuovi regali per i propri utenti

Non ci sono ancora i dettagli completi, ma questa nuova offerta, che per il momento non escluderà la possibilità di aderire alle già esistenti offerte che comprendono la parabola, dovrebbe rendere disponibili tutti i contenuti che per ora Sky non ha ancora portato sul web, come mySky e il recente SkyQ, azzerando le differenze tra pacchetti web e pacchetti parabola.

Entro la fine dell’anno, Sky presenterà ufficialmente questa opzione ai propri clienti, ampliando di fatto la propria offerta, ma sarà comunque necessario avere il decoder Sky per poter navigare all’interno dei contenuti del pacchetto. L’offerta sarà inizialmente limitata alla sola Italia e seguiranno a breve Austria e Regno Unito. Se questo tentativo da parte dell’azienda si rivelerà un successo, la sua nuova offerta potrebbe presto espandersi a molti altri paesi, segnando di fatto una svolta enorme per il mercato dell’intrattenimento.