Xbox One X

La nuova console firmata Microsoft, Xbox One X è uscita in contemporanea in tutti i paesi lo scorso 7 novembre e già fa parlare di sé. All’interno della confezione insieme alla console, troverete un alimentatore di 245 watt di potenza. Secondo alcuni test è ben al di sotto il consumo su presa della console, come se potesse essere sbloccata per avere prestazioni ancora più alte. I consumi comunque non sono bassi in quanto la GPU rimane sempre in funzione. Ricordiamo che Xbox One X è possibile affiancarla a un TV in 4K e in HDR.

Le temperature

Posizionando la console in un mobile TV, lasciando i soliti 5 cm o più, liberi sul lato posteriore e sui lati esterni, dopo un’ora di gioco sopra avrete 37°C e dietro arriverete a circa 60°C. La ventola è modesta, ma gira sempre e nonostante ciò non copre assolutamente l’audio dei giochi. È formata da un sistema che prende l’aria fresca dai lati per poi buttare quella in eccesso sul retro.

Leggi anche:  Forza Horizon 4 introdurrà un piccolo crossover con l'universo di Halo

La parte multimediale ha pro e difetti. Come pro possiamo nominare l’hardware per il supporto HDMI 2.1, SPDIF, Dolby Atmos. Come contro ha il fatto che il lettore multimediale supporta solo certi formati. Inoltre la porta HDMI 1.4 sarà un limite quando, a metà 2018 si vorrà inserire un decoder 4K.

Concludendo Xbox One X ha superato il test e secondo la maggior parte delle recensioni è una console promettente. Ad oggi sono ancora pochi i giochi che supportano 4K a 60 frame per secondo, ma c’è anche da dire che i giochi escono rapidamente e sicuramente è un piccolo problema che pian piano andrà scemando.