alibaba

Alibaba, il gigante cinese dell’e-commerce, ha investito 200 milioni di dollari in Snapchat portando la valutazione dell’app a 15 miliardi di dollari secodno Bloomberg.

Dopo aver rifiutato tre miliardi di dollari da Facebook che poi decise di acquistare Whatsapp, il fondatore di Snapchat Evan Spiegel ora si ritrova con un’applicazione dal valore di 15 miliardi di dollari.

L’intento di Alibaba è quello di superare i confini cinesi e le operazioni per farlo oltre alla quotazione in borsa a Wall Street comprendono anche l’investimento nell’applicazione diei messaggi che si autoeliminano per entrare sul campo del rivale Tencent proprietaria di WeChat.

Per Snapchat invece significa entrare in un mercato, quello cinese, ancora “inesplorato” e ricco di possibilità visto il bacino di utenza enorme in cui molti dei servizi sono vietati e che in tanti corteggiano ad iniziare da Mark Zuckerberg che ha imparato a parlare mandarino per entrare nelle grazie dei cinesi.

Leggi anche:  Snapchat addio, il social network si avvicina di nuovo ai minimi storici

La valutazione da 15 miliardi di dollari, pone l’app come “osservata” speciale insieme ad altre quali il servizio di taxi Uber e il gigante dell’elettronica cinese Xiaomi. L’operazione di Alibaba si accosta a quella per reperire capitali con altri investitori che in totale porteranno nelle casse di Spiegel altri 500 milioni di dollari. Snapachat ricava la maggior parte dei suoi guadagni con le storie sponsorizzate su cui ha investito anche Samsung.