Bollo auto 2023

E’ iniziato un nuovo anno, e ciò vuol dire solo una cosa: bisogna pagare il bollo dell’auto. Ma molti non sanno che il 2023 ci ha lasciato delle sorprese a riguardo.

Partiamo col dire che questo tipo di tassa deve essere pagata anche se il veicolo in questione non viene utilizzato e rimane in garage. Infatti potrebbe definirsi come una tassa di possesso a tutti gli effetti, che sostanzialmente varia da veicolo a veicolo in base alla potenza dello stesso (espressa in kW).

Di norma, il bollo auto va pagato entro l’ultimo del mese successivo alla scadenza di quello pagato in precedenza: se il tuo bollo scade, ad esempio, ad agosto 2023, avrai pagare la nuova rata tra il 1 e il 30 settembre successivi.

Quanto costa nel 2023

Abbiamo detto che il bollo auto varia in funzione della potenza in kW e della classe ambientale del veicolo: per quelli superiori a Euro 4 il coefficiente da applicare è pari a 2,58 euro/kW se la potenza è inferiore a 100 kW, mentre saliamo a 3,87 euro/ kW se è superiore a 100 kW.

E’ inoltre possibile effettuare una stima più precisa collegandosi al sito dell’ICA. A questo punto il pagamento può avvenire in diversi modi, partendo dal sito ACI o dall’Agenzia delle Entrate. Ci si può anche rivolgere alle Poste Italiane ma bisognerà pagare il bollettino da 1,10 euro, o anche tramite ricevitorie e tabaccherie, agenzie convenzionate che effettuano le pratiche auto o presso la tua banca. In ogni caso, il costo dell’operazione si assesta sul prezzo di 1,87 Euro.

Ricordiamo inoltre che per alcune persone è prevista l’esenzione, mentre diversa la situazione per chi ha un auto elettrica dato che non dovranno pagarla per i primi cinque anni dall’immatricolazione. Nessuna tassa di possesso anche per le auto per disabili, auto e veicoli d’epoca (oltre i 30 anni) e per i responsabili di associazioni no profit, mentre nel caso delle ibride la normativa è diversa da regione a regione.

E come ultimo troviamo il superbollo per le auto che superano i 185 kW: bisognerà pagare una tassa addizionale di 20 euro per ogni kW eccedente.

FONTEarchynewsy
Articolo precedenteAmazon introdurrà nuovi prodotti e funzionalità di Alexa al CES 2023
Articolo successivoBanche, le truffe online proseguono e gli utenti perdono i risparmi
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it