hachiko-della-malesia-un-gatto-visita-quotidianamente-la-tomba-del-padrone

Le storie di devozione dei cani verso i loro padroni, come quelle di Hachiko o di Fido, il cane italiano, sono una chiara illustrazione di questa verità universale. Il fatto che i gatti non siano da meno delle loro controparti canine, pur avendo un approccio totalmente diverso, è dimostrato dalla storia di Nana, una gatta che ha fatto visita quotidianamente alla tomba del suo padrone per un periodo di due anni.

Una gatta soriana rossa di nome Nana si è guadagnata il soprannome di “Hachiko della Malesia” per essere stata fedele al suo padrone anche dopo la sua morte. Il proprietario della fortunata gatta era un educatore in pensione che aveva un legame davvero unico con il suo compagno a quattro zampe durante il tempo trascorso insieme.

Nana ha perso il suo padrone qualche anno fa

Hazlynn Nozi, figlia dell’insegnante scomparso qualche anno fa, ha ricordato l’abitudine della madre di accompagnare il padre alla moschea e di aspettare che concludesse le preghiere prima di tornare a casa. Dopo la morte del suo padrone, avvenuta nel 2018, il gatto ha continuato a frequentare i luoghi in cui lui e il suo padrone avevano trascorso tanto tempo insieme, come l’altalena preferita dell’uomo e il sedile del passeggero della vecchia automobile.

La routine che più ha stupito i figli dell’ex insegnante è stata la visita quotidiana del gatto alla tomba del suo padrone. Nana si trovava regolarmente in un recinto vicino alla casa di famiglia, che era anche il luogo in cui era stato deposto il padre di Hazlynn. Fin dall’inizio, Nana è sempre stata la prima persona a visitare la tomba del suo padrone nel corso dei due anni precedenti.

Articolo precedenteNvidia, le novità esclusive in occasione del CES 2023
Articolo successivoPoco C50, ufficiale nuovo entry-level con Android Go
Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.