Lasciare in carica di notte lo smartphone danneggia la batteria

La durata della batteria di uno smartphone non può essere data per scontata e richiede una certa attenzione. Molti infatti pensano che caricare il telefono per lunghi periodi potrebbe causare un sovraccarico e persino consumare la batteria prima del previsto.

Ma cominciamo con le basi. Quando si utilizza lo smartphone e si scarica la batteria ( molto spesso viene usata una agli ioni di litio), gli ioni caricati positivamente si spostano dall’anodo al catodo. L’esaurimento della batteria significa essenzialmente che hai trasferito (o esaurito) tutti gli ioni. La carica di una batteria forza essenzialmente un trasferimento di ioni, ma nella direzione inversa.

La maggior parte dell’elettronica moderna, e sicuramente tutti gli smartphone, contengono circuiti integrati di gestione dell’alimentazione (PMIC) che si trovano tra la porta di ricarica e la batteria. Questi dispositivi elettronici in miniatura controllano essenzialmente la velocità e il flusso di corrente alla batteria.

Ma non molti sanni che la quantità di energia assorbita dal telefono si riduce nel tempo per ridurre lo sforzo (e quindi l’usura) della batteria. Inoltre, una volta che la batteria raggiunge il 100% di carica, i circuiti del telefono smetteranno in modo intelligente di assorbire del tutto l’alimentazione dall’adattatore a muro.

Sfatato il mito

Esatto: se tieni il telefono collegato al 100% di carica, semplicemente non si caricherà più. Invece, assorbirà energia dalla batteria fino a quando non scende al 99% (o giù di lì). Il ciclo sopra si ripete quindi semplicemente fino a quando non si scollega il dispositivo. In parole povere, puoi caricare in sicurezza i tuoi dispositivi durante la notte senza doversi preoccupare di danneggiare i loro sistemi interni.

Anche se probabilmente non sovraccaricherai mai la batteria del tuo smartphone, lasciarlo collegato durante la notte presenta alcuni inconvenienti di cui dovresti essere a conoscenza. Il consiglio dell’industria elettronica è che le batterie agli ioni di litio sopravvivono più a lungo se mantenute tra il 20 e l’80% di carica.

I test hanno rivelato che molti smartphone riportano una lettura del 100% molto prima che smettano di prelevare energia dal caricabatterie. Alcuni produttori come Asus offrono anche un limite di carica massimo (come l’80%) per prolungare la durata della batteria.

FONTEandroidauthority
Articolo precedenteBenzina e diesel, il nuovo bonus sino a 200 euro per gli italiani
Articolo successivoBolletta ed energia: i prezzi sono altissimi, ecco cosa succede
Simone Paciocco
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it