Il comparto agricolo Italiano sta passando un periodo cupo in Italia, arrivano i rinforzi da Israele per la lotta con i Droni.

Droni: Il metodo di Israele per il monitoraggio attivo

Come ogni estate il settore dell’agricoltura in Italia è messo a dura prova dalle forti siccità che negli ultimi 20 anni stanno segnando un trend sempre peggiore.

Dalla Lombardia arrivano foto agghiaccianti del fiume Po in secca, con le riserve idriche che segnano un -51%.

Come se questo non fosse già un grave problema, quest’anno ci si scontra anche con sciami di locuste che divorano i raccolti incessantemente.

Un fenomeno critico che sta causando milioni di euro di danni al settore in particolare nella regione Sardegna, dove la situazione è paragonabile alla piaga d’Egitto.

Da Israele arriva in soccorso lo zoologo Yoav Motro che in collaborazione con l’università di Sassari studieranno il fenomeno sul campo per tentare di arginare il problema attraverso nuove metodiche sperimentali.

Accompagnato dai sindaci, i primi sopralluoghi si sono svolti a Orotelli, Ottana e Nuragugume.

L’idea di base prevede di utilizzare i Droni per un monitoraggio attivo, tenendo traccia in tempo reale degli spostamenti degli sciami.

In questo modo sarà possibile giocare d’anticipo e intervenire con arature preventive e medicinali per debellare le uova deposte.

Il territorio interessato ha un estensione tra i 35 e i 40 Mila ettari, la maggior parte dei quali sono agricoli e coltivati.

Anche in Israele il settore primario è stato interessato da un fenomeno simile, seppur non si tratta della stessa specie. Questo primo passo potrebbe concludersi con un partership di studio italo-israeliana anche per gli anni avvenire.

Al momento tutte le forze sono al lavoro per cercare di arginare i danni economici e la strada intrapresa prevederà un combinato di lotta chimico biologica.

Mirko Pili
Autore Tecnoandroid con la passione per l'informatica. Ragioniere e perito commerciale mi occupo di Trading e commercio online.