UnipolMove

Il monopolio di Telepass in Italia potrebbe finire molto presto. A quanto pare ora sta per entrare in gioco UnipolMove, un sistema di telepedaggio praticamente uguale. Il momento per esordire in questo mercato è praticamente perfetto, poiché proprio recentemente Telepass aveva annunciato che avrebbe aumentato le sue tariffe dal 1° luglio.

Lo sviluppo di UnipolMove è stato a cura di UnipolTech, una divisione del Gruppo Unipol, la quale ha creato un dispositivo per il pedaggio autostradale e non solo ed è possibile già comprarlo. La leva che utilizzerà sui clienti è quella di usufruire del servizio mediate le polizze assicurative. Le ultime dichiarazioni di Giacomo Lovati, Chief Beyond Insurance Officer, parlano chiaro:

Siamo il primo operatore ad aver ottenuto la certificazione con la nuova normativa europea di Servizio di telepedaggio europeo. Così, forti dei nostri 10 milioni di clienti assicurativi auto a cui poter proporre il prodotto, siamo entrati in un mercato dove fino a ieri non c’erano alternative.

 

UnipolMove: è guerra aperta a Telepass per il monopolio del telepedaggio

Anche UnipolMove è uno scatolotto come Telepass ed è acquistabile online sull’app UnipolSai o presso le agenzie dedicate. 1 euro al mese dopo i primi 6 mesi gratuiti, ma si può utilizzare con una sola targa. Se si vuole un altro dispositivo, bisognerà aggiungere 50 centesimi in più ed è il massimo dei dispositivi raggiungibili, a meno che non si opti per un piano business (5 dispositivi max).

Dato molto interessante è che il contratto è rescindibile in ogni momento senza pagare penali, oltre che è possibile pagare il pedaggio in caselli dove c’è il Telepass europeo. In più, si può accedere tramite un pagamento a zone a traffico limitato e usarlo anche per parcheggi sulle strisce blu, multe, bollettini e quant’altro. Sull’app vedrete che ci sono degli ottimi sconti dedicati per chi usufruisce di Unipol Move.

Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.