batterie

Il mercato delle batterie per auto elettriche è in rapida crescita. La Cina continua a essere il punto di riferimento ma, secondo un nuovo rapporto di Benchmark Minerals, l’Europa è diventata la regione in più rapida crescita in questo mercato.

Lo studio evidenzia che nel 2018 la capacità produttiva degli stabilimenti di celle batteria del Vecchio Continente è stata stimata in 120 GWh entro il 2030, sufficienti per produrre 2,2 milioni di veicoli elettrici.

Ora, secondo il nuovo rapporto, sono stati avviati progetti che permetteranno di avere in Europa una produzione pari a 789,2 GWh entro il 2030, ovvero circa 6 volte in più rispetto a quanto stimato nel 2018. Si tratta di un valore pari al 14% della produzione mondiale di 5.452 GWh, previsti anche per il 2030.

Per questa data, quindi, basterà la produzione di celle per batterie nel Vecchio Continente per sostenere la costruzione di poco meno di 15 milioni di auto elettriche.

Entro la fine del 2022, l’Europa avrà 7 produttori di batterie agli ioni di litio, di cui i primi cinque per capacità sono:

  • LG Chem (in Polonia): 32 GWh
  • Samsung SDI (in Ungheria): 20 GWh
  • Northvolt (in Svezia): 16 GWh
  • SK Innovation (in Ungheria): 7,5 GWh
  • Previsione AESC (nel Regno Unito): 1,9 GWh

Entro il 2030 grandi cambiamenti

Entro il 2030 questo elenco cambierà profondamente perché per quella data in Europa dovrebbero esserci 27 fabbriche di batterie di 18 aziende diverse. Sempre nel 2030, 8 di questi stabilimenti saranno costruiti attraverso accordi con case automobilistiche come Volkswagen, Stellantis, Nissan, Volto e Renault.

Il rapporto sottolinea l’importanza della Tesla Gigafactory tedesca che, come sappiamo, produrrà anche celle per batterie. Benchmark Minerals afferma che entro il 2026 dovrebbe raggiungere una capacità di produzione di 75 GWh per poi salire fino a 125 GWh entro il 2030. Dati questi numeri, il rapporto aggiunge che la Gigafactory di Berlino è destinata a diventare la più grande fabbrica di celle per batterie del Vecchio Continente. Uno stabilimento secondo solo, al mondo, alla Gigafactory di Tesla in Texas.

Northvolt è destinato a diventare il secondo produttore di batterie in Europa con 92 GWh. Al terzo posto troveremo CATL con il suo progetto da 80 GWh a Erfurt (Germania). Secondo il rapporto, entro il 2030 i primi 5 produttori in Europa saranno:

  • Tesla (Germania): 125 GWh
  • Northvolt (due in Svezia): 92 GW
  • CATL (Germania): 80 GWh
  • LG Chem (Polonia): 67 GWh
  • ACC (Totale / Stellantis) (Germania, Francia, Italia): 64 GWh

Vale la pena notare che Benchmark Minerals evidenzia che questo rapporto si basa su valutazioni basate su dati attuali. Il mercato delle batterie, come sappiamo, è in forte evoluzione e quindi le proiezioni, in futuro, potrebbero cambiare ulteriormente.

Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it