Tesla, Model S, Model 3, Model X, Model Y, CybertruckTesla sta vendendo i nuovi gadget in cambio di Dogecoin, per la prima volta usando valute digitali in sostituzione di quelle tradizionali.

L’amministratore delegato, Elon Musk, ha annunciato che la società avrebbe iniziato a prendere in considerazione la criptovaluta per i pagamenti. Inizialmente, il CEO dell’azienda era ironico sull’uso delle valute digitali, ma il sostegno di numerosi utenti ha spinto Tesla ad adottare le criptovalute prima del previsto.

Al momento è possibile acquistare una fibbia a tema e un fischietto pagando solo in Dogecoin. Nel Regno Unito, i clienti possono acquistare anche una tazza con la scritta “S3XY”, un riferimento alle iniziali dei nomi dei veicoli più popolari del brand. L’entusiasmo per l’annuncio ha fatto sì che il valore del dogecoin aumentasse del 16%. Il prezzo degli articoli in dollari di conseguenza è aumentato.

Dogecoin: la nuova valuta ufficiale per acquistare i gadget Tesla

La fibbia della cintura, ad esempio, costa 835 doge. Si tratta di circa 170 dollari, anche se è probabile che salga e scenda date le fluttuazioni del prezzo in Dogecoin. Il supporto di Tesla al mondo delle criptovalute si è rivelato controverso in passato. L’anno scorso, Musk ha annunciato che avrebbe iniziato a vendere auto in bitcoin – circa 50 giorni dopo ha posticipato il progetto, poiché ha ricevuto svariate critiche sull’impatto ambientale di quest’iniziativa.

Le transizioni in Dogecoin, in parte a causa del suo valore inferiore rispetto al bitcoin, sono meno dannose per l’ambiente. Musk ha anche affermato che sta lavorando con gli sviluppatori della criptovaluta per renderla ancora più efficiente. Tuttavia, c’è ancora tanta strada da fare per garantire l’acquisto di auto in Dogecoin o per ripristinare l’opzione di pagamento in bitcoin. Musk è forse il più famoso sostenitore del dogecoin, che è iniziato come uno scherzo per deridere il vasto numero di diverse criptovalute e poi è diventato una delle monete più popolari del mercato. L’ha descritto come “la criptovaluta del popolo” e si è impegnato a lavorare con SpaceX per “portarlo sulla Luna”.

Avatar
Procrastinatrice cronica e allo stesso tempo perfezionista. Innamorata perdutamente delle scienze umanistiche. Nel 2017 ho iniziato a lavorare per Tecnoandroid, riscoprendo e consolidando anche la passione per la tecnologia.