Google ha avviato una lite di dominio pubblico con Apple mettendo in discussione l’app iMessage.

Quando due iPhone si scambiano messaggi, lo sfondo dei testi è blu, se si riceve un messaggio da un utente Android, invece, lo sfondo visualizzato è verde. Il sistema ha lo scopo, almeno in parte, di distinguere i messaggi tra iPhone, che vengono inviati tramite connessione Internet, dai testi tradizionali. Il Wall Street Journal ha riferito che quelle bolle verdi possono portare ad un senso di esclusione e talvolta di discriminazione tra utenti con e senza iPhone. Google ha colto l’occasione per criticare Apple.

“Il sistema alla base di iMessage è una strategia ormai documentata”, dichiara Hiroshi Lockheimer, a capo della sezione Android. “Utilizzare la pressione dei coetanei e il senso d’esclusione come un modo per vendere prodotti è controverso per un’azienda che parla di umanità ed equità”. “iMessage non dovrebbe trarre vantaggio da queste dinamiche discriminatorie tra utenti con e senza iPhone“. L’invio di messaggi di testo dovrebbe unirci e la soluzione esiste. Risolviamolo come un unico standard comune”. Le menzioni del concetto di “standard” sono presumibilmente riferimenti al sistema di tipo RCS.

iMessage oggetto di diatriba tra Google e Apple, azienda accusata di essere discriminante

“Non stiamo chiedendo ad Apple di rendere disponibile iMessage su Android. Chiediamo ad Apple di supportare lo standard del settore per la messaggistica moderna (RCS) in iMessage, proprio come supportano i vecchi standard SMS/MMS”. “Perché questo è importante? La messaggistica basata sul numero di telefono è il ripiego che sappiamo tutti funzionerà”.

“Se vuoi raggiungere qualcuno e non sai se usa l’app x o z, hai la certezza che l’invio di un SMS funzionerà. Questo perché è uno standard e supportato essenzialmente da tutti i dispositivi mobili. “L’SMS si è evoluto. Puoi vedere conferme di lettura, indicatori di digitazione, gruppi, messaggi sicuri e così via. Il nuovo standard si chiama RCS ed è disponibile per chiunque, non solo per Android”.

“Il supporto di RCS migliorerebbe l’esperienza sia per gli utenti iOS che Android. “Non incorporando il sistema RCS, Apple sta frenando il settore e l’esperienza utente non solo per gli utenti Android, ma anche per i propri clienti”. Apple non ha mai detto pubblicamente in alcun modo se sta lavorando per supportare RCS in iMessage o se intende farlo. Documenti pubblici hanno dimostrato che l’azienda è consapevole di quanto le bolle blu e il sistema di iMessage aiutino a rendere gli utenti fedeli agli iPhone e, di conseguenza, ne incoraggiano l’uso.